Nudisme

Porn noir maitresse dominatrice lyon

Posted On October 2, 2012 at 10:12 pm by /

porn noir maitresse dominatrice lyon

Finalmente giungono prove certe sulla natura del Leader Supremo del Primo Ordine. Proprio come andavo sostenendo fin dalla sua prima comparsa. Snoke affettato come un würstel viennese si rivela come privo di qualsiasi importanza, altrimenti non sarebbe uscito di scena in un modo tanto infame.

Adesso ce l'hanno nel deretano tutti quei babbei che strepitavano, cianciando che Snoke fosse lo stesso Kylo Ren proiettato nel futuro e poi nel passato con una macchina del tempo, oppure l'Imperatore Palpatine reincarnato in un nuovo corpo. Tutti quei dementi devono tacere! La ritengo una bella rivincita, piacevole come un bicchiere di moscato.

Anche se è una cosa difficile a credersi, esistono i complottisti di Star Wars, nullità che consumano le loro inutili esistenze elaborando le teorie più assurde sui personaggi dei film della Saga. Trascorrono notti insonni a inventarsi colossali stronzate. Direi che è abbastanza facile zittirli: Purtroppo non è altrettanto agevole trattare i complottisti che riversano le loro aberrazioni nel mondo reale, causando danni immensi, ad esempio facendo morire malati di cancro trattandoli col bicarbonato.

Rabid Paese di produzione: Giovane uomo nella loggia. Rose è una motociclista che ha un grave incidente mentre viaggia col suo ragazzo, Hart.

I due giovani vengono portati d'urgenza alla clinica del Dottor Keloid nomen omen derivato da cheloide , ossia cicatrice indurita , che si trova nei pressi del lugo dello schianto. Questo Keloid è un chirurgo estetico che conduce studi poco ortodossi sul trapianto di cute prelevata dai morti. La sua ossessione sono i batteri che pullulano sulla pelle. Il realtà la pelle non è il luogo più carico di germi, come crede Keloid, che pare dimenticarsi dell'intestino e di quella pasta batterica marrone chiamata merda.

Siccome la bellissima Rose è in pericolo di vita e rischia di rimanere sfigurata, il Dottor Keloid decide di effettuare su di lei un rischiosissimo trapianto di cute prelevata da alcuni cadaveri e conservata. Il trapianto sembra riuscito, eppure la paziente non riprende i sensi. Quando si sveglia, qualcosa in lei è mutato in modo irreversibile. Il suo corpo è splendido come prima dell'incidente, perfetto in ogni dettaglio Sconvolta dalla sete di sangue, Rose si alza dal letto e si allontana nella notte per predare.

È l'inizio di un incubo atroce che dilaga come una pestilenza, dato che ogni persona morsicata dalla donna si trasforma in uno zombie-vampiro. Presto la contrada si riempi di cadaveri deambulanti dal volto sporco di sangue e la situazione sfugge al controllo delle autorità. Rose, che oltre a essere il "paziente zero" è una portatrice sana, si reca a Montreal da sua sorella, innescando la catena di eventi che porterà il genere umano alla rovina. Questo film, uscito due anni dopo Shivers - Il demone sotto la pelle , ne ricalca molto la struttura e presenta ambientazioni simili.

Utilizza anche alcuni attori, al punto che sembra quasi che tra le due narrazioni esista una continuità sostanziale. Troviamo ad esempio Murray Cypher, lo pseudo-Asimov interpretato da Joe Silver, che in Shivers veniva aggredito da uno stronzo semovente, corroso dall'acido e infine ucciso a sprangate.

Anche qui lo stesso personaggio fa una fine orribile e in qualche misura assimilabile: Sembra il medesimo geroglifico d'orrore nei due film: Lo stronzo paonazzo che emerge dall'orifizio formatosi sotto un'ascella di Rose-Marilyn Chambers è talmente simile agli stronzi di Shivers da apparire formato usando lo stesso materiale scenico, a cui è giusto stato applicato un aculeo.

La pornodiva di Providence. Magistrale l'interpretazione di Marilyn Chambers , che - non dimentichiamolo - era una pornodiva originaria in quella stessa Providence che diede i natali all'immortale H. L'attrice raggiunse la fama nel con il film hard Behind the Green Door Dietro la porta verde , dei fratelli Mitchell, che fu il primo porno ad essere distribuito regolarmente negli Stati Uniti. Questo è accaduto alla Chambers, che in Rabid ha ottenuto il ruolo di protagonista.

Il produttore Ivan Reitmann, probabilmente in stato di bizzarria, ha deciso che il film avrebbe avuto un grande successo all'estero se fosse stato interpretato da una famosa pornodiva. Cronenberg non conosceva la Chambers e aveva scelto come protagonista Sissy Spacek, che fu tuttavia scartata dai dirigenti dello studi per via del suo accento, giudicato inidoneo. In ogni caso il regista fu impressionato dall'impegno e dalle doti drammatiche dell'attrice hard e fu presto entusiasta della sua recitazione.

Mentre Shivers trattava l'associazione tra il sesso e le feci, qui si approfondisce l'associazione tra il sesso e il sangue: Il tema della contaminazione venerea si intreccia in modo indissolubile con quello dell'alterazione del corpo, che si esprime nella comparsa di un nuovo ano sotto un'ascella della protagonista non somiglia affatto a una piccola vagina, come alcuni sostengono.

Il pungiglione di Thanatos che emerge da questa apertura è un simbolo della predazione insita in ogni attività sessuale. Siamo lontani anni luce dall'idea melensa che le masse hanno del connubio tra i sessi come espressione di un sentimento idilliaco: Per alcuni, Cronenberg ci vuole parlare dell'impossibilità di accedere all'amore sessuale.

A me pare piuttosto che l'atto amoroso sia descritto servendosi della metafora vampirica perché è un'aberrazione che contiene in sé il seme della Mors Ontologica. Gli zombie assetati di sangue che vediamo in Rabid non presentano nessun elemento soprannaturale. Sono semplicemente le vittime di un morbo, il cui corpo agisce spinto dai comandi del patogeno che li ha infettati. Non si ha alcuna intrusione nel vasto reame della demonologia.

Pur assimilando entrambi sangue umano per sopravvivere, i contagiati descritti da Cronenberg e il Nosferatu di Murnau sono tassonomicamente del tutto diversi. Com'è a tutti chiaro, i morti viventi non hanno alcuna necessità di riuscire affascinanti. In questo film invece la soddisfazione sessuale, e di conseguenza anche l'amore, sono resi impossibili dalla condizione stessa dell'essere vampiro.

In una luttuosa epoca come quella in cui viviamo, afflitta dalla melensaggine di infiniti vampiri innamorati, sarebbe proprio il caso di ritornare all'esempio di Rabid e di mostrare personaggi disumanizzati, ridotti a cadaveri deambulanti che brancolano alla ricerca di sangue per placare la loro bramosia.

Il contagio che trasforma in zombie-vampiri è attribuito dai medici e dalle autorità a una variante della rabbia, pur presentando una sintomatologia molto differente.

La rabbia è una malattia virale tipica dell'essere umano e di numerosi animali a sangue caldo. Causa un'infiammazione acuta del cervello e se conclamata porta quasi ineluttabilmente alla morte. Tuttavia nel film, la causa della pandemia di vampirismo zombificante sembra essere piuttosto un batterio. Ci viene mostrato un campione della cute impiantata a Rose analizzato al microscopio e pullulante di batteri simili alla spirocheta della sifilide Treponema pallidum.

Sembra che il regista non avesse ben chiara la differenza tra virus e batteri, che appartengono a rami molto distanti dell'Albero della Vita. Il terrificante epilogo, che è la gioia per ogni estinzionista come me, segna la Fine dell'Umanità. Vediamo che la pandemia di vampirismo zombificante si è sparsa su tutto il pianeta e che i pochissimi superstiti non colpiti dal morbo lottano duramente per sopravvivere.

Rose, il cui stato privilegiato di portatrice sana è venuto meno in seguito al morso di un malato, giace in mezzo all'immondizia in un vicolo, lo sguardo pietrificato. Non si capisce bene se il suo corpo sia senza vita o se invece sia semplicemente colpito da paralisi. Arriva il camion con gli addetti allo smaltimento, paludati in pesanti tute anticontaminazione, con maschere in grado di evitare il benché minimo contatto col materiale infetto.

Afferrano l'immobile corpo di Rose e lo gettano senza tanti complimenti nella macchina che tritura i rifiuti. Crash Paese di produzione: Canada, Gran Bretagna Anno: Thriller, erotico, drammatico Regia: Crash, di James Graham Ballard Sceneggiatura: Robert Lantos, Jeremy Thomas Casa di produzione: James Ballard è un produttore cinematografico, un uomo alto, pallido e biondiccio, dai tratti poco marcati.

Sua moglie Catherine è una bionda fatale dotata di una grande sensualità, che somiglia un po' a un incrocio tra la Boschi e Valeria Marini, con un particolare sguardo languido e perennemente distratto. Per innalzare la tensione sessuale, i coniugi sono abituati a raccontarsi i dettagli più intimi e pruriginosi delle loro relazioni sessuali: James ha come amante una montatrice dello studio, mentre Catherine copula allegramente con il suo istruttore di volo da diporto.

Una notte - l'ambientazione è quasi perennemente notturna - il buon James ha un incidente grave causato dalla distrazione, proprio nei pressi dell'aeroporto. Provoca un frontale con un'auto su cui viaggia una coppia. L'uomo, un chimico industriale, finisce sbalzato fuori dall'abitacolo e muore sul colpo.

La donna, la dottoressa Helen Remington, riesce a salvarsi e per qualche istante fissa il protagonista attraverso i parabrezza sfondati. Entrambi vengono ricoverati in un ospedale per vittime di incidenti aerei. Dopo qualche tempo James comincia a fare qualche passo, ostacolato da una complessa protesi a causa di una frattura multipla a una gamba. Durante la passeggiata nell'ospedale semideserto, incontra per puro caso la Remington, che lo guarda piena di livore e di odio.

Con lei c'è un uomo in camice bianco, che James pensa essere un medico. Ha il volto sfregiato e guarda con morbosità le ferite della donna. Intanto Catherine, che fa visita il marito in ospedale, lo stuzzica e in un'occasione arriva persino a masturbarlo, facendolo gemere per poi ritrarre le dita tutte imbrattate di sperma. Una volta dimesso dall'ospedale, James si reca al deposito della polizia per recuperare quanto resta della sua auto. Qui incontra di nuovo la Remington, che è giunta ivi per lo stesso motivo.

I due questa volta cominciano, seppur timidamente, a parlare. A questo punto l'uomo offre un passaggio alla donna sulla propria auto e in breve finisce col copulare con lei furiosamente. In un parcheggio ctonio lei si mette a cavalcioni su di lui, si stende sul fallo eretto fino a scoppiare, lo fa penetrare nella vagina e inizia a muoversi ritmicamente fino a farlo venire.

Una notte assistono a uno spettacolo raccapricciante e illegale in cui viene riprodotto l'incidente mortale di James Dean. A organizzarlo è proprio l'uomo pieno di cicatrici che James ha visto in ospedale, scambiandolo per un medico. Ora apprende che egli è Robert Vaughan, un pericolosissimo psicopatico affetto da un feticismo totalizzante verso gli incidenti stradali e la mitologia della morte di personaggi celebri negli schianti.

Subito il produttore cinematografico e la dottoressa si recano a casa di Vaughan, dopo averlo aiutato a trascinare Seagrave, lo stuntman che aveva impersonato James Dean, dato che non poteva camminare da solo a causa di un trauma cranico.

Vaughan decide di proporre ai suoi ospiti un lavoro che reputa la quintessenza del genio: L'improbabile gruppo, in esaltazione per questa serie di deliri di onnipotenza, sprofonda presto nell'ebbrezza e si abbandona ad accoppiamenti sfrenati. Durante una copula, mentre il marito la stantuffa, lei si abbandona a fantasie turpissime. Fa di tutto per istigare James ad avere un rapporto sodomitico con Vaughan e nella sua mente comincia a pianificare, a escogitare il modo per tradurre in realtà il film che le scorre nella mente.

Gli eventi precipitano quando Catherine si concede proprio a Vaughan in un autolavaggio. Mentre lei gode, il marito assiste alla scena. Qualcosa scatta in lui e a un certo punto gli eventi precipitano. In un cimitero d'auto avviene proprio l'accoppiamento di Ballard con Vaughan, che tuttavia non prende bene l' immissio penis in anum.

Cercherà di uccidere il suo violatore, la prima volta appena finito il rapporto, la seconda mentre viaggia con la consorte. Non riuscirà nei suoi intenti omicidi e finirà con lo sfracellarsi in un terribile incidente scontro, spirando com'era destino. Ancora scosso dalla catena di eventi oltremodo truci, James viaggia in auto, quando vede la moglie alla guida a pochi metri di distanza.

Inizia un drammatico inseguimento. In un crescendo di aggressività, tampona l'auto di Catherine fino a farla uscire di strada. La raggiunge, vede che è sotto shock e si eccita osservando le sue lievi ferite sul volto e il sangue, quindi la gira e la possiede carnalmente da tergo. Tutto sommato il film si discosta poco dal romanzo, cosa che deve essere ritenuta eccezionale. Tra le principali differenze si noterà l'ambientazione, che nell'opera di Ballard è Londra e dintorni, Inghilterra incubica, mentre nel film è una grande città del Canada, con ogni probabilità Toronto si notano scritte bilingui in inglese e in francese.

Anche il finale è diverso. La caccia di James Ballard alla moglie, una sorta di approccio violento effettuato con un corpo biomeccanico formato da carne e metallo, è un'invenzione di Cronenberg. Certo, il coito nelle sequenze finali del film non è immune da ambiguità e potrebbe essere descritto come uno stupro: Per il resto notiamo qualche divergenza che si esaurisce in dettagli poco significativi, che non sono certo colonne portanti dell'opera dello scrittore britannico.

Non si fa cenno ad Elizabeth Taylor, che nel romanzo costituiva il centro delle patologiche ossessioni sessuali di Robert Vaughan. James Dean nel volume viene menzionato sola due volte, mentre nel film gioca un ruolo molto più importante e assistiamo alla riproduzione del suo incidente, preceduta da una teatrale descrizione ad opera dello stesso Vaughan, che fa sfoggio di doti istrioniche senza pari.

E ancora, più avanti nel testo: Anche il ruolo della Mansfield è ingigantito nel film: Nel romanzo, Seagrave muore travestito da Elizabeth Taylor. Questo è il passo: Nella sua mente, da quell'incidente in poi, l'attrice cinematografica era ormai morta.

Tutto quello che gli restava da fare era di attendere alle formalità di tempo e luogo, alle entrate della carne di lei in un matrimonio con lui che già era stato celebrato sull'insanguinato altare dell'auto di Seagrave". Anche se ritengo l'Inghilterra l'ambientazione ideale di Crash , devo dire che Cronenberg è riuscito a rendere molto bene lo sfacelo ontologico non solo dei protagonisti, ma dell'intera società. Nelle cupe vie di una metropoli canadese si respira l'aria degli Ultimi Giorni.

Il Demone della Follia non si limita a emergere nei protagonisti: Questo appare chiaro dal rito oscuro della ricreazione dell'incidente mortale di James Dean: Tutti aspetti che nel romanzo non sono trattati, o a cui si fa soltanto una sfuggevole allusione. Rispetto al libro, la drammaticità della scena è molto più intensa. Ottime le musiche di Howard Shore. L'estrema morbosità di una moglie. In una scena, la bionda e languidissima Catherine giace nuda col marito che le scava con l'erezione nel vaso procreativo.

Lei socchiude gli occhi come la Marini e se ne esce in un torrente di oscenità. Tempesta James di domande a cui lui non dà una risposta. Gli dice che lo sperma di ogni uomo ha un sapore diverso e gli chiede come secondo lui sarebbe il gusto del liquido seminale di Vaughan, se sarebbe aspro o meno.

Gli chiede anche se vorrebbe sodomizzare lo sfregiato, se vorrebbe intrudergli nel retto il fallo eretto, spingendo nello sterco. Una donna simile è davvero di un'incredibile rarità. In genere le donne provano una grandissima ripugnanza per gli atti omosessuali tra uomini, e non ho mai sentito di una moglie che si eccita a istigare il marito alla bisessualità.

Credo che queste cose diano la misura di quanto poco mainstream siano i contenuti ballardiani. Un caro amico crede sinceramente che James G.

Ballard sia un autore di massa e che le sue creazioni siano condivise da un vasto pubblico. Le ragioni di questa opinione mi sono sconosciute e più incomprensibili di una lingua aliena. Forse in certi ambienti c'è molta gente che si fa vanto di conoscere Ballard mentre in realtà usa i suoi libri come soprammobili.

Credo che non si dovrebbe mai pensare che ogni libro acquistato sia in automatico un libro letto e assimilato. Negli Stati Uniti la proiezione del film è stata boicottata e posticipata. Nel Regno Unito il ministro Bottomley ha bandito una crociata per ottenere la censura della pellicola, da lui accusata di essere pornografica.

L'iniziativa del ministro Bottomless ha più o meno lo stesso senso della risibile crociata contro il buco del culo lanciata da Silvana de Mari. In Italia il film ha destato le ire di vari radical shit e precursori dei piddioti. Forse è cosa pietosa tacere le mie opinioni su tali affermazioni desolanti, superficiali e futilissime, o ne risulterebbe un torrente di ingiurie efferate. Quello che l'autrice di Repubblica ignora è un dato di fatto molto semplice. I personaggi di Crash ben difficilmente potrebbero essere imitati da qualcuno, tanto ripugnante è la loro patologia dell'anima, tanto sfrenata è la loro perversità.

Infatti, a differenza del James Ballard interpretato da James Spader, Battisti era un riferimento e un modello antropologico per milioni di giovani, che nelle sue parole riponevano ogni loro sogno e ogni loro speranza. Dubito che si trovino molti uomini in grado di avere un'erezione e di perdere sperma durante un incidente stradale, ma senza dubbio qualcuno sarà stato spinto a schiantarsi dalle parole istigatorie di Emozioni.

Memorabile e pienamente condivisibile è quanto scritto sul Morandini: Frutto di un'inconfondibile cifra stilistica e di un immedicabile pessimismo, Crash celebra la morte del sentimento e allunga la lista dei film catastrofici del Novecento al suo epilogo.

Jonathan Cape Data di pubblicazione: Giugno Prima edizione italiana: Il regista televisivo James Ballard, omonimo dell'autore ed evidente suo alter ego , ha un grave incidente stradale mentre torna dall'appuntamento con la sua segretaria e amante Renata. Invasa la corsia opposta, fa un frontale con l'auto di una coppia. L'uomo al volante rimane ucciso sul colpo, mentre la sua consorte sopravvive.

Incastrato nella sua vettura, il regista guarda la donna ferita e la concupisce, proiettando su di lei pensieri morbosi.

Arrivati i soccorsi, Ballard viene ricoverato nell'ospedale dell'aeroporto, unico paziente in una corsia desolata. Ha entrambe le rotule fratturate e rimane immobilizzato a lungo. Sua moglie, Catherine, lo viene a trovare spesso e gli racconta dettagli morbosi delle sue avventure adulterine, cosa che fa parte di un consolidato gioco della coppia. La prima persona in cui si imbatte è la dottoressa Helen Remington, la moglie dell'uomo perito nell'incidente.

Lei si rifiuta di parlare e lo evita come un fantasma, comprensibilmente, potremmo aggiungere. Poi l'attenzione del regista è richiamata dalla sinistra figura di un uomo in camice bianco, col volto sfregiato da cicatrici. Questo è il punto di non ritorno, l'inizio dell'incubo.

Catherine e James sono dominati da una singolare depravazione che a quanto pare non era mai stata descritta prima in nessun manuale di psicopatologia sessuale. La macchina è vista come un'estensione del corpo, capace di moltiplicare all'infinito il piacere sessuale, come se la tecnologia fosse in grado di fondersi completamente con la biologia filogeneticamente ereditata. La stessa mente dei coniugi è una macchina pornografica in cui si realizzano le nozze tra Eros e Thanatos.

Un tempo era un conduttore televisivo di successo, ma in seguito a uno spaventoso incidente si è trasformato come un anodino dottor Jekyll in uno spietato Mr.

Il coinvolgimento dei coniugi Ballard e di Helen Remington con Vaughan si rivelerà assolutamente catastrofico. In una spaventosa catabasi lungo sentieri di sangue e di lamiere accartocciate, finiranno tutti stritolati nelle spire del Serpente Biomeccanico, annichilitore dell'Essere, perdendo se stessi. Questo capolavoro del postmodernismo descrive un mondo in rovina, popolato da individui simili a ombre che guizzano negli oscuri diverticoli dell'Ade. Molti lo vedono come un'anticipazione del genere cyberpunk , appartenente al vasto reame della Science Fiction , anche se si tratta di un'opinione a mio avviso un po' controversa, che non mi sento di sottoscrivere appieno.

L'integrazione tra uomo e macchina non è qui la tendenza generale di una società ipertecnologica, ma è piuttosto l'eruzione del vero protagonista di ogni opera ballardiana: Manca del tutto il concetto di progresso tecnologico che incorpora l'essere umano come naturale evoluzione che travalica la mera biologia. L'eruzione del Mostro della Follia è puramente immateriale, anche se le sue devastanti conseguenze sono tangibili e più dense della materia collassata di una stella a neutroni.

Le vicende narrate in Crash non necessitano alcuno speciale supporto ipertecnologico: Un'ambientazione fantascientifica è del tutto inutile. La fusione tra uomo e macchina non è qui il mero frutto di un'ideologia futurologica. Potremmo invece definirla il risultato dell'estrema, estenuante e incessante ricerca di nuovi stimoli erotici in seguito a una rapida assuefazione che conduce in modo ineluttabile a ricercare qualcosa di più forte.

Andare oltre la stessa forma fisica del corpo per esplorare nuovi sconvolgenti mondi in cui il piacere, il dolore e la Morte diventano tutt'uno, perdendo la loro identità in un nuovo fluido micidiale.

L'uomo postmoderno si muove come un vettore impazzito in un universo marasmico e sostanzialmente inconoscibile. A mancargli è lo stesso Logos. Il rassicurante spazio euclideo a tre dimensioni non garantisce più alcun sistema di riferimento. Il solo panorama che si spalanca davanti agli occhi allucinati è quello della schizofrenia. Il narratore e sua moglie hanno conquistato questa immensa libertà che permette loro di giocare i loro strani giochi senza preoccuparsi delle conseguenze.

La psicopatologia è divenuta il motore di gran parte della nostra vita quotidiana. Gli scorsi la clavicola sinistra con le labbra e gli succhiai il capezzolo sfregiato, sentendo fra le labbra l'areola risezionata. Quell'inguine era alluminato d'uno zodiaco di collisioni sfortunate, e io esplorai a una a una con le labbra quelle cicatrici, gustando il sangue e l'urina. Con le dita toccai la cicatrice al pene, poi sentii in bocca il glande. Gli slacciai i pantaloni macchiati di sangue: Cominciarono a scattarmi d'irritazione i nervi di gambe e braccia, le membra a flettermisi da sole in una serie di spasmi nervosi.

Il carapace sporgente della chiesuola del cruscotto presiedeva al solco oscuro fra le sue natiche. Con la destra gliele aprii, cercando l'orifizio caldo dell'ano. Mentre compivo il mio va-e-vieni nel suo retto, i veicoli saettanti nella luce lungo l'autostrada mi aspirarono il seme dai testicoli. Dopo l'orgasmo, mi staccai lentamente da lui, tenendogli aperte le natiche con le mani per non danneggiargli il retto; e, tenendole aperte, osservai il mio seme colargli dall'ano sulle coste scanalate dell'imbottitura vinilica.

The Prince of Tides Paese di produzione: Pat Conroy romanzo Sceneggiatura: Pat Conroy, Becky Johnston Fotografia: I ricordi che ho di questo film sono tutti brutti.

Essi si amalgamano in un pastone incubico, come visioni grottesche a cui sarebbero preferibili le tenebre assolute dell'Erebo. Un uomo robusto di nome Tom Wingo, devastato dagli atroci ricordi di un'infanzia vissuta nelle paludi, si reca dalla strizzacervelli Susan Lowenstein per lenire il suo dolore.

Ogni volta che si scoperchia il vaso di Pandora della sua memoria, ne emerge un tanfo mortifero. Calarsi in un simile personaggio significa pentirsi di esistere. Un rozzo padre padrone ha una moglie che gli cucina dei gamberetti con una ricetta francese.

Lei spera di fare cosa gradita, ma lui fa il diavolo a quattro perché a suo dire quello non sarebbe cibo degno di un essere umano. Allora la moglie gli propina del cibo per cani e lui, ignorandone la provenienza, lo trangugia avidamente facendo versi da ghiottone, lodandolo come "sano e americano". Mastica tra i rutti, come Crono che divora i suoi figli. Uno schifo violento in ogni suo istante.

Chi potrebbe vivere con questi flash nella mente? Quanto descritto non è tuttavia ancora il peggio. A un certo punto emerge uno spaventoso ricordo dell'infanzia di Tom. Tre temibili evasi percorrono la palude di notte, giungendo proprio nella dimora della famiglia del protagonista. Sono energumeni mostruosi, le cui braccia sono vere e proprie zampe anteriori.

Uno di loro stupra la madre di Tom, Lila, mentre l'altro brutalizza sua sorella minore Savannah. Il terzo, come vede che non c'è a disposizione nessuna vittima di sesso femminile, non si perde d'animo. Prende il bambino, lo mette a novanta gradi e senza esitare lo sodomizza, chiamandolo "carne cruda". Tom non ha il coraggio di ribellarsi e si presta a soddisfare le pulsioni bestiali del suo carnefice. Le laide sequenze del film mostrano questi atti di stupro e di pedofilia senza lasciar nulla all'immaginazione.

Anche se solo per pochi istanti, il tempo è sufficiente per impressionare la retina. Dopo un harakiri spirituale ininterrotto, con una sorella di Tom Wingo che si finge sopravvissuta dell'Olocausto, gli eventi hanno una svolta che potremmo definire "romantica".

La psicologa attira l'uomo nel proprio letto, lo fella e gli svuota i testicoli. Un uomo con un minimo di dignità non riuscirebbe a fissare la consorte negli occhi, ma Wingo ci riesce - forse perché anche lei non è da meno. Tutto procede verso un finale banale: Se finissi catturato dagli xenomorfi e fossi usato come incubatrice per un chestburster , riterrei il mio fato di gran lunga preferibile all'infanzia di Tom Wingo e ai quadretti della sua aberrante vita familiare. La Streisand ci ha messo tutte le sue sinistre doti e ha ottenuto il risultato cercato: Il film contiene scene agghiaccianti.

A mio avviso la Streisand, che di questa pellicola è stata regista, potrebbe anche essere accusata di apologia di pedofilia e di stupro. In un paese civile dovrebbe essere processata e condannata.

Oppure dobbiamo ammettere che una donna, solo per il fatto di avere due cromosomi X, debba poter escogitare qualsiasi enormità, qualsiasi scelleratezza, ricevendo in cambio un encomio? Vediamo all'opera la mens pornographica della Streisand. Grande e orrenda è la sua compiacenza al Male. Al confronto de Il principe delle maree , si capisce che Orgasmo e motocicli era innocente. Persino lo stag giovanile interpretato dall'attrice era come Biancaneve e i Sette Nani: Un film di propaganda antitedesca.

In America si assiste impotenti all'atroce trasformazione dei cognomi in -stein in -stin , come Frankenstin in un famoso film di Mel Brooks, che almeno aveva la scusante di essere un film comico. Mentre il protagonista di Frankenstein Junior a un certo punto ritrova il suo orgoglio, restaurando la corretta pronuncia tedesca del suo nome, vediamo che Il principe delle maree afferma la pronuncia aberrante come se fosse naturale.

Persino il ricordo della fonetica della lingua tedesca, pur in un cognome ebraico, deve essere negato ed eliminato. Diabole, non sia mai! Una cosa molto importante va rimarcata. Individui come la Streisand nuocciono innanzitutto al loro stesso popolo. Gli creano danni immensi che non possono essere rimediati, accrescendo l'odio e i pregiudizi. Si capisce infatti che se un popolo è odiato e perseguitato, ogni aberrazione di un suo singolo individuo sarà in automatico attribuita a tutti i suoi membri.

Se poi chi commette l'aberrazione avrà solidarietà dai membri del suo popolo, la reazione d'odio degli avversari sarà accresciuta in modo enorme. Per questo motivo, se fossi un israelita, non esiterei a denunciare all'autorità rabbinica la Streisand per i suoi molti scandali, cercando con ogni mezzo di farla condannare.

Se poi non ne sortisse alcuna condanna, pagherei un cabalista per scagliare contro di lei la Pulsa de Nura. La questione del rating.

Alcune note sulla questione del rating. All'informazione non viene data grande pubblicità, come se fosse un film adatto a tutti. Si paragona quindi il film della Streisand ai capolavori di Scott e di Pellington. Questo nonostante la cruda, abominevole scena di pedofilia che dovrebbe farlo valutare con un rating ben più restrittivo.

La formazione di neomorfi nel corpo di persone parassitate o un mostro spettrale che profetizza una catastrofe: Invece gli stupratori che infilano il fallo su per il retto dei bambini, chissà per quale motivo fanno meno scalpore. Strana morale ha l'America! Una pletora di riconoscimenti. La cosa più scandalosa: Ancora un po' e sarà tra i film più premiati della storia della Settima Arte!

Trovo che sia una cosa spaventosa. Vedete, i laveyani delle orge mostrate in Eyes Wide Shut sono innocenti al confronto di chi ha promosso questo orrore! Nel romanzo di Pat Conroy, da cui è stato tratto il film, si trovano alcuni passi che permettono considerazioni, a quanto ne so mai fatte finora. Prima il bandito si accerta che Tom non abbia mai conosciuto carnalmente un uomo: Poi avviene l'azione abominevole: When he entered me I tried to scream but could not. I could give no voice nor utterance to such degradation, to such profuse shame.

His cock was enormous and he damaged me as he forced his way inside. I felt a fluid running down my thigh and thought he had come, but it was my own blood running down my thighs. He writhed and forced it deeper inside me as I listened to my mother and sister calling out my name, begging for my intercession.

Come faceva Tom a sapere che l'uomo sarebbe "venuto"? Eppure dice "I felt a fluid running down my thight and thought he had come". Quindi non era vero che era ignaro di simili violenze! Questo perché la sua era una famiglia incestuosa come il Clan di Sawney Bean, ed evidentemente il padre padrone aveva già abusato di lui in passato, o aveva comunque assistito ad accoppiamenti.

Roba davvero indigesta, da far rimpiangere la prosa del Marchese de Sade. Species Paese di produzione: Orrore, fantascienza, thriller erotico Regia: Conrad Buff Effetti speciali: Gino Acevedo, Damon Allison Musiche: John Muto Interpreti e personaggi: La trasmissione dalle profondità cosmiche viene decifrata. Non è il famoso "E. A chiunque sano di mente sarebbe suonato un campanello d'allarme nel cranio. Gli anglosassoni degli States, ovviamente! Senza pensare a possibili conseguenze, un gruppo di scienziati pieni di coglionesco entusiasmo dà origine a una bambina artificiale con DNA ibrido.

A questa creatura viene dato il nome Sil. Quando gli scienziati si accorgono che Sil cresce a ritmi incredibili e ha seri problemi, come violente crisi durante il sonno, cominciano a temere qualcosa di grave e decidono di sopprimerla col cianuro. La frittata a questo punto è fatta: Sil trattiene il respiro e riesce a mandare in frantumi il vetro della sua prigione, fuggendo. Come quelli del Governo vengono a sapere l'accaduto, si cagano in mano un bel po' di diarrea.

Presi dal panico, incaricano una squadra di scienziati di recuperare l'aliena. Fanno parte di questa formazione Xavier Fitch il demiurgo di Sil , la bellissima Laura Baker dalla chioma rossa come il fuoco, l'antropologo Stephen Arden, il sensitivo o meglio mentalista Dan Smithson e il sicario Preston "Press" Lennox.

Intanto Sil subisce una metamorfosi. Nascosta in un vagone letto su un treno, si impupa e in breve tempo dal bozzolo fuoriesce una donna adulta, che ruba degli abiti e si confonde facilmente nella massa. Chi si mette di traverso viene da lei ucciso senza pietà né misericordia. Si reca in una discoteca a rimorchiare e trova un bell'uomo, ma quando giunge nella sua villa si accorge che qualcosa non va: Sil lo capisce dall'odore.

Sil è una donna bellissima e seducente che non perde tempo in preliminari. Non pratica la fellatio e non si lascia leccare. Ha un solo fine: Un altro potenziale partner che si trova con lei in piscina cerca di sottrarsi quando lei gli dice che vuole un bambino. È preso dal terrore alla sola idea di sburrarle dentro, perché teme che lei lo possa ricattare e costringere a mantenere la creatura fino alla maggiore età.

Non sa di aver a che fare con qualcosa che viene da un altro pianeta. Lei non perde tempo: In una discoteca una ragazza le soffia un uomo sotto il naso. Lei la uccide in una latrina. Quando capisce che la squadra di Fitch le dà la caccia, ruba un'auto, inscena un incidente e lascia trovare una sua falange sul luogo dello scontro, per far credere d'esser morta. In realtà Sil fugge, cambia look, il dito amputato si rigenera.

Fitch e i suoi festeggiano in un hotel, folleggiando. Laura Baker si introduce nella camera del killer Preston Lennox, lo spoglia e si inginocchia davanti a lui, prendendogli in bocca il fallo e poppandolo avidamente. L'aliena, che adesso ha i capelli neri, entra nell'albergo senza essere riconosciuta, si introduce nella stanza di Stephen Arden e subito si mette a copulare con lui nella posizione della cowgirl: Lui le schizza dentro, e subito il ventre di lei si muove, ribollendo di vita in formazione.

Stephen rimane agghiacciato ma è troppo tardi: Dan arriva nella stanza tropo tardi. A questo punto l'aliena si strappa la sua forma umana di dosso e assume il suo vero aspetto. Abbatte un muro e si introduce in un condotto fognario. Qui ha luogo la battaglia finale, che si conclude con l'annientamento di Sil e della sua orrida progenie.

Tutto sembra concludersi per il meglio, ma le riprese mostrano che un tentacolo dell'atroce creatura, perso durante la lotta, finisce in un anfratto dove attira un ratto di chiavica, che se ne ciba. L'incubo è tutt'altro che finito, ma a questo punto compaiono i titoli di coda. A come Andromeda Nella sceneggiatura originale Sil doveva uccidesse un autista di taxi spinta dall'arbitrio del momento.

Giger, vero padre della creatura, si oppose a questa decisione insensata, reputando la scena di importanza capitae. Dovette pagarne la produzione con i propri soldi.

La colonna sonora, opera di Christopher Young, è stata pubblicata da Intrada in formato CD nel , con numerose ristampe. Sembra che sia tuttora possibile acquistarlo online. Il film di Roger Donaldson è stato sottovalutato e ritenuto un prodotto di serie B rispetto ad Alien di Ridley Scott , pur trattando in sostanza lo stesso argomento: La differenza sostanziale è che mentre nel film di Scott questa riscrittura avviene per opera di un parassita che si sviluppa nella vittima, nel film di Donaldson il genetico alieno è usato per creare in laboratorio un ibrido che in natura non potrebbe esistere.

Sono convinto che qualche merito Specie mortale lo abbia senz'altro. Una fulva molto lasciva. Siamo di fronte a un assoluto capolavoro della fantascienza erotica. L'attrice più sensuale del cast non è a parer mio Natasha Henstridge, che interpreta Sil.

Le mie preferenze vanno alla fulva e sensualissima Marg Helgenberger, che interpreta la dottoressa Laura Baker. Donna immensamente libidinosa, potrebbe sciogliere un iceberg col suo calore. È una fellatrice spermatofaga capace di far deviare un uomo dalla virtù e da ogni suo principio etico, e persino di fargli rinnegare la sua religione.

La sequenza centrale del film è quella in cui si reca nella stanza di un suo collega e lo seduce, succhiandogli il membro eretto per ottenere in bocca il suo seme e ingoiarlo con voluttà. Lasciando il giudizio ai lettori e intimando ai minori di non entrare, riporto il link allo spezzone, che si trova su un sito pornografico: La persecuzione dei diabetici nel mondo anglosassone. Tremenda nel mondo anglosassone è infatti la discriminazione nei confronti dei diabetici e in special modo di coloro che soffrono di diabete II - quello che compare in età adulta, da cui io stesso sono affetto.

Le autorità sanitarie credono che tale malattia insorga a causa della vita dissoluta dei pazienti e cercano con ogni mezzo di porre le basi per impedire loro di curarsi. Se un diabetico II ha un problema e necessita di cure urgenti, i medici violano tranquillamente il giuramento di Ippocrate e lasciano che le condizioni del malato si incancreniscano. Se poi questi muore, il personale sanitario fa festa ed è convinto di aver acquisito benemerenze agli occhi di Dio e del genere umano per aver evitato spese mediche insostenibili alla Nazione.

Negli States sono innumerevoli i diabetici che nascondono le loro condizioni alla famiglia per timore di essere rinnegati, espulsi e diseredati.

Si possono curare soltanto persone molto ricche, per gli indigenti non c'è altra possibilità all'infuori dello sfacelo e della morte. In Facebook si trovano non pochi commenti di cittadini inglesi che invocano lo sterminio dei diabetici, affermando di non voler "pagare per l'altrui ghiottoneria".

Il Genio della Specie. Sil sa fiutare il genoma dei potenziali partner, soltanto da pochi feromoni comprende ogni cosa sul loro stato di salute. In base a questo giudica se il genoma annusato meriti di essere propagato o debba essere consegnato all'Oblio. Non si creda che questo sia poi molto distante dalla nuda e cruda realtà delle cose! In ogni essere umano di sesso femminile agisce lo stesso identico meccanismo genetico, che porta le donzelle a scegliere come partner i peggiori energumeni.

La differenza è che mentre l'ibrida aliena Sil è capace di perforare la giugulare degli energumeni e di farli crollare morti sul pavimento di una latrina, per poi scomparire nella notte, le umane non hanno queste capacità e subiscono le conseguenze delle loro scelte luttuose - salvo poi frignare ed esporre una lunga serie di scarpette rosse ogni volta che una di loro soccombe al partner selezionato come ideale prosecutore della Specie.

Le femmine umane hanno decretato l'estinzione dei poeti e dei filosofi, moltiplicando i bruti. Inutile dire che una specie che permette questo è giunta al suo stadio terminale: Reazioni della stampa e nel Web. Riporto nel seguito alcuni interventi su questo film, che possono essere facilmente reperiti nel Web ad esempio su Wkipedia. Alcune frasi sembrano interessanti per i dettagli che forniscono, altre sono di una banalità assoluta e di una noia a dir poco mortale.

Metafore, immigrazione, politica radical shit e altre cazzate da salotto, ancora un po' salta fuori anche il disagio. Vogliamo spingerci fino a vedere in Specie mortale simbologie prenatali i cunicoli uterini o allegorie di maternità frustrata?

Più prudente limitarsi a considerarlo un thriller fantascientifico di pura evasione, nei limiti, peraltro, accurato ed efficace. Giger il papà di Alien , Specie mortale ha raccolto un certo successo in patria, grazie all'accoppiata sesso e mostri, ma Roger Donaldson non è capace di mettere un'idea portante alla materia, la lascia allungarsi sugli effettacci horror, sulle copulazioni mostruose, in un ritmo lentissimo e senza l'ombra di vera suspense: Il contesto ha questa mantide sexy omicida è la Los Angeles dove tutto è possibile e dove ciascuno al momento giusto urla "oh mio Dio!

Il confine col ridicolo è spesso superato e il racconto offre la spiacevole sensazione di girare a vuoto. Quanto al look della creatura, che alterna i canonici a fattezze da locusta, è curato dal Giger di Alien.

Ma tanto è vistosa l'eredità del film capostipite, quanto pallida l'eco della sua forza. Se questi sono i kolossal fantastici di oggi, ridateci la cara vecchia serie B. Va comunque ricordato, nel ruolo dell'antropologo Arden, vittima di Sil e involontario "padre" della sua creatura, l'attore Alfred Molina la guida che tenta di rubare la statuetta d'oro ad Indiana Jones nel prologo de I predatori dell'arca perduta , che impersona il terribile Dr.

Octopus nel recentissimo Spider Man 2. Nelle intenzioni del regista Donaldson il soggetto dovrebbe suggerire una metafora del moderno colonialismo, ma qualche commentatore vi ha letto anche un discorso sulla maternità negata, agganciando le peripezie della perseguitata madre aliena alle scenografie "uterine" dei vicoli e dei cunicoli bui.

Senza soffermarci a ricercare referenze tematiche letterarie o a cogliere derivazioni stilistiche dal primo Alien, il film va forse più prudentemente considerato come un onesto lavoro di pura evasione che mette efficacemente a servizio della fantascienza gli stereotipi dell'horror e del thriller erotico.

The Fall of the Roman Empire Paese di produzione: Stati Uniti d'America Lingua: Epico, storico, drammatico Tipo di film: Samuel Bronston Productions Fotografia: Robert Lawrence, Magdalena Paradell Musiche: George Tyne Effetti speciali: Venerio Colasanti, John Moore Costumi: Veniero Colasanti, John Moore Trucco: Maude Spector Regia della II unità: Will Durant Titoli di testa: Maciek Piotrowski Interpreti e personaggi: Polibio Luoghi delle riprese in Spagna: Il set cinematografico di questo film è il più grande di tutta la storia della settima arte.

Furono necessari ben due anni a John Moore e a Veniero Colasanti per progettare e costruire lo scenario in grandezza naturale su una superficie di più di 24 ettari in una zona periferica di Madrid. Questo scenario comprendeva ben statue, tra cui quella di Giove Capitolino, alta 30 metri, oltre a più di colonne, a 35 edifici e a 7. Per completare quest'opera ciclopica è stato necessario il lavoro di 1.

Le copertine delle varie edizioni di questo romanzo sono screenshot tratto dal film. Il testo fornisce un'esposizione più dettagliata della trama del film.

Siamo nell'inverno del d. Quelle fiere popolazioni germaniche si sono ribellate e stanno imperversando in territorio romano. L'Imperatore Marco Aurelio, allo scopo di sedare la rivolta, riunisce in riva al Danubio gli alleati di Roma e tiene loro un discorso. Il suo intento appare fin da subito utopistico: Per raggiungere questo scopo, intende nominare suo successore il generale Gaio Metello Livio, promesso sposo della figlia Lucilla.

Questa decisione non piace alla nobiltà, che teme la perdita dei propri privilegi, essendo Livio un uomo integerrimo che avrebbe esercitato il suo compito con grande rigore.

Per prima cosa Commodo pone fine alla guerra contro i Germani, quindi si mette in viaggio per Roma. Alla testa delle sue legioni marcia su Roma, ma all'ultimo il sostegno dell'esercito gli viene a mancare: Commodo è riuscito a corrompere gli ufficiali, neutralizzando il tentativo di golpe. Commodo viene a sapere di non essere figlio biologico di Marco Aurelio, ma figlio illegittimo del Prefetto Verulo.

Come reazione, il despota fa uccidere il proprio vero padre. Alla presenza del popolo dell'Urbe, della nobiltà e del Senato, l'Imperatore è preso dal delirio di onnipotenza e sfida il generale a un duello all'ultimo sangue. Ne segue un combattimento accanito il cui esito è la morte di Commodo. A questo punto i presenti acclamano Imperatore Gaio Livio Metello, ma questi, schifato dal tanfo della corruzione, decide di rifiutare e di lasciare Roma al suo destino, portando con sé la donna amata.

Anthony Mann proveniva dal contesto dei film western e non aveva alcuna esperienza nella sperimentazione di pellicole incentrate sull'Impero romano, all'epoca tanto comuni. Inoltre non era uno storico: Tuttavia possiamo dire per certo che dell'opera di Gibbon, Mann ha assimilato l'essenza profonda.

Questa discrepanza stridente tra gli scenari foschi della corruzione e le aspettative del pubblico, abituato agli splendori di un mondo fantastico, è stata indicata dal regista come la causa principale dell'insuccesso della pellicola, che fu una vera catastrofe finanziaria: Ultimo del suo genere, La caduta dell'Impero romano chiuse l'epoca dei kolossal sull'Impero, portando all'estinzione i film del genere peplum.

Da allora non si videro più nemmeno film di argomento paleocristiano come Quo vadis , La tunica , Barabba e via discorrendo.

Una scelta oltremodo interessante. Cosa ha spinto il regista a parlare proprio di Commodo? In fondo, uno spettatore con un minimo di cultura storica si sarebbe aspettato un film ambientato nella seconda metà del V secolo d. A quell'epoca non esisteva nemmeno più l'Impero, soltanto il suo cadavere decomposto stillante percolato. Per colmo del paradosso, mostrare gli eventi del d. Quello che interessava a Mann non era un particolare evento che un manuale storico ad uso delle scuole medie potesse catalogare in modo inequivocabile come la parola "FINE" calata sull'Impero tra capo e collo: L'ascesa al potere di Commodo è stata scelta come il punto d'inizio dell'incancrenimento.

Che dire poi del cornuto Claudio e dell'incestuoso Nerone? All'epoca dei primi imperatori pazzi della dinastia giulio-claudia, Roma aveva ancora molto da dare, era ben organizzata e non si scorgevano ancora i segni delle crisi venture. Non si avvertiva ancora la pressione demografica dei popoli cosiddetti "barbari" , anche se occasionali conati di caos già eruttavano, senza che nessuno li riconoscesse come precoci segni infausti di un futuro non proprio roseo.

Sarebbe troppo dispendioso trattare in modo approfondito questi processi. Una scena di cui il pubblico non sembra aver compreso l'importanza è quella in cui l'aruspice scruta le viscere della vittima sacrificale. È qualcosa che avrebbe dovuto mettere i brividi. Si potrebbe quasi affermare che Mann pone l'Inizio del Declino proprio nell'istante in cui l'aruspice ha scrutato le interiora non trovando l'organo più importante, il cuore.

Una volta a terra gli ha ancora sferrato altri due colpi. Il giovane, che ha impugnato il paletto, ha precedenti di polizia per rissa e lesioni. La Karbon ha accusato un ritardo di 39 centesimi dalla vincitrice. Terzo posto per la tedesca Kathrin Hoelzl, a 92 centesimi dalla Maze. La vittoria e' andata all'austriaco Benjamin Raich 2'24'' Terzo il norvegese Kjetil Jansrud in 2'25'' Il camion trasportava pneumatici per i concorrenti ed apparteneva ad una ditta argentina.

Era preceduto da una macchina dell'organizzazione della Dakar. L'autista argentino, Marcelo Sanchez, ha invaso la corsia opposta, investendo il veicolo che veniva nell'altro senso. L'autista, rimasto indenne, è stato posto agli arresti in attesa degli sviluppi dell'inchiesta. Intanto la corsa va avanti, anche se è oggi è tutto fermo per il giorno di riposo e riprenderà domenica con l'ottava tappa da Valparaiso a La Serena, chilometri dei quali di speciale.

Nelle auto in testa lo spagnolo Carlos Sainz su Volkswagen, nelle moto invece il leader è un altro spagnolo, Marc Coma su Ktm. Il francese Stephane Peterhansel, detentore del titolo nelle auto, ha intanto abbandonato definitivamente la cors. NEW YORK - Un'aragosta gigante della venerabile età di anni sarà riportata in mare dopo avere trascorso quasi due settimane in un ristorante di pesce di New York e esserne diventata la mascotte dopo avere rischiato di finire in pentola.

E' grazie a un gruppo di attivisti per la protezione degli animali e a un cliente anche lui animalista che il crostaceo, del peso di circa nove chili, potrà tornare nelle acque dell'Atlantico dopo il suo soggiornio obbligato nella vasca del 'City Crab and Seafood' di Manhattan. Il direttore Keith Valenti ha raccontato che l'aragosta e ' stata pescata alla fine del mese scorso al largo delle coste canadesi.

Acquistata dal ristorante, e' stata messa in uno degli acquari diventanddo, grazie alla sua mole, la principale attrazione del locale. L'uomo ha poi spiegato che l'età di un'aragosta si calcola in base al suo peso: Questo tipo di crostaceo ha una vita media di un centinaio d'anni ma è assai raro trovare un esemplare che vada oltre quella soglia. Il gruppo animalista Peta ha avuto parole di elogio per il ristorante newyorchese. ROMA - Dai gruppi che inneggiano a Riina e e, all'opposto, la lotta alla mafia con la solidarietà allo scrittore Saviano, il fenomeno Facebook è sempre più collegato all'attualità e coinvolge sempre più le esperienze degli iscritti.

E in quest'ottica i principali siti si stanno già attrezzando. Microsoft ha predisposto una nuova versione di Windows live, oltre milioni di utenti mondiali: Nella stessa direzione si muove Yahoo! E nella direzione di una sempre maggiore personalizzazione dell'esperienza di navigazione sul web si muove anche Google che prevede di ampliare il servizio Geo e Street View. Tra le previsioni chiave per il , e per gli anni a venire, gli analisti non hanno dubbi: Il telefonino diventerà quindi lo strumento principale per l'accesso a Internet e per questo si stanno sviluppando tecnologie che puntano principalmente a migliorare i sistemi di riconoscimento vocale e le interfacce 'touch'.

Nel , per esempio, sarà disponibile anche in Italia Yahoo! Ma c'é anche Msn Mobile, un portale wap espressamente progettato per il cellulare. E sul mobile-computer si sta concentrando la Nokia, il primo costruttore mondiale di cellulari, avviato sempre più a diventare internet company, con oltre 1 miliardo di utenti potenziali. Un tema caldo di questo resterà la sicurezza.

Se la galassia Web 2. Le falle ci sono e ci saranno sempre di più - conclude Garavello - la tensione di tutti è diventare più veloci a coprire buchi, degli attacchi stessi". Gruppi finanziari poco trasparenti. Incidenti in cantiere, due morti nel barese.

Venerdi' c'erano state altre due morti bianche in sicilia Entrambi operai edili, un italiano e un romeno. È la seconda morte sul lavoro in meno di 24 ore avvenuta nella provincia di Bari.

Tarantino era impegnato nei lavori di ristrutturazione di un sottotetto, al terzo piano di uno stabile in via Monsignor Giustiniani Un testimone avrebbe detto di averlo visto cadere dal tetto di un furgoncino, ma da una prima ispezione le fratture riportate, soprattutto al cranio, non sarebbero compatibili con una caduta da quella scarsa altezza.

Si ipotizza anche - le indagini sono condotte dalla polizia - che l'uomo possa essere stato travolto da un tufo caduto dall'alto proprio nei pressi del furgoncino, ma su di esso non sarebbero state ritrovate tracce di sangue. Per questa ragione non si esclude che Tarantino sia precipitato proprio dall'impalcatura montata sull'edificio. Dalle prime sommarie informazioni raccolte, quando è stato soccorso Tarantin non aveva imbracature o caschetto di protezione. Sonean stava operando tra due pianerottoli: Forse ha perso l'equilibrio a causa di un malore.

Sull'accaduto indagano i carabinieri di Molfetta. ROMA - E' confermato: Storie molto forti e un gruppo eterogeneo quest'anno al reality, dove oltre a un non vedente e a un ex clandestino rom vedremo anche storie di precariato, come quella di Daniela, che approda al Gf dopo aver condotto con passione la lotta per conservare il suo posto all'Alitalia e aver anche partecipato a vari provini, non solo per Grande fratello, con lo scopo di entrare nel mondo dello spettacolo.

Ma ci sarà anche Claudia, cresciuta nel difficile quartiere Zen di Palermo; Marcello, fornaio di Bergamo che sta cercando la donna della sua vita; Gianluca, piccolo imprenditore napoletano che vive tra Hollywood e Napoli, e un surfista che, dopo essere stato colpito da un fulmine sulla spiaggia di Fregene dieci anni fa, uscito dal coma si è trasferito alle Hawaii cambiando completamente vita "Quest'anno il Gf avrà inevitabilmente un occhio all'Italia della crisi - ha detto Andrea Palazzo, capo degli autori del Gf - il cast è un microcosmo della nostra realtà.

Ci sarà la crisi, ma anche l'ottimismo e il pessimismo. Torniamo all'essenzialità, ma non escludiamo imprevisti e anche il gioco duro e cinico, ma che resta comunque un gioco, quello della sopravvivenza all'interno della casa.

La Vezzali balla sotto le stelle. Lasciarsi toccare, per una donna del genere, è qualcosa di più che non per una donna "normale", ma è anche assai diverso. Dunque la Vezzali, campionessa olimpica da tre Giochi, questa sera sarà di ballo, agli ordini della maitresse-danseuse Milly Carlucci, in mezzo a nobili e famosi.

E' quello della presenza in video di un campione, l'ultimo grido in fatto di share, l'ultimo appiglio in fatto di audience. Non ci sono altri settori del nostro pane quotidiano che abbiano un appeal pari allo sport, e l'onnivora televisione se li mangia. In principio fu il cinema. Il matrimonio fra spettacoli lo sport e il cinema, e ora lo sport e la tv è un matrimonio di successo, non solo quando coinvolge nella vita reale "la bella e la bestia", come i celebrati casi di Joe Di Maggio e Marilyn, o il campione e la velina dei nostri tempi, idillio che somiglia a un format; ma anche, più semplicemente, come protagonisti.

Nuotatore eccelso, primo uomo a scendere sotto il minuto nei stile Più tardi fu Tarzan e fece l'urlo. Quell'urlo che secondo gli eredi di Edgar Rice Burroughs, l'inventore di Tarzan, fa "aaaaah-ah-ah-ah-aaaah-ah-ah-ah-aaaah", come hanno scritto in uno spettrogramma presentato alla Corte europea quando hanno chiesto il rifiutato brevetto, che in tempi di ringtones e suonerie avrebbe fruttato un po' di soldi.

Tra la carriera di nuotatore e quella di attore, Weissmuller fece il modello e uomo immagine: Ha avuto anche una bella carriera di marito: Tarzan Weissmuller sosteneva che l'urlo era suo, che aveva imparato da piccolo vincendo una gara di yodel; in realtà erano intervenuti tecnici del suono, rafforanzo l'urlo con varie sonorità animali e la voce di un tenore lirico. Da Tarzan in poi ci fu un fiorire di partecipazioni straordinarie se non di vere e proprie star, due delle quali ugualmente natatorie, come Esther Williams che, popolarissima attrice, vide da questa carriera accresciuta anche quella di nuotatrice era una campionessa, si diceva, ma non grandissima, un po' come Raoul Bova e Bud Spencer, al secolo Carlo Pedersoli, primo film da centurione in "Quo Vadis" e poi grande western all'italiana.

Bud Spencer fu il primo italiano a scendere sotto il minuto nei stile 59'50 a Salsomaggiore nel , una trentina d'anni dopo tarzan: Quanto alle partecipazioni straordinarie, anche Pelè la fece in "Fuga per la vittoria", da noi tutto è diverso e bomber Pruzzo o Caoitan Francesco si fanno vedere con Lino Banfi, romanista doc, ne "L'allenatore nel pallone", uno e due. I quali furono anche fra i primi cattura-spettatori in tv. Si presentatorono quasi imbalsamati davanti al microfono Coppi più a disagio di Bartali: Ma con minori concessioni al voyeurismo.

Da quando sono arrivati i reality, che sono la cosa più finta che ci sia, e da quando lo spot impazza, i campioni dello sport tracimano, esondano. Il nuoto che dà un bel fisico come sanno le madri di tutti i bambini e le bambine, ha proposto Fioravanti, Rosolino, Magnini in varie forme, la scherma Montano e Tagliariol, il calcio Coco, che con Montano ha avuto in comune la Arcuri oltre al piccolo schermo, la boxe Clemente Russo.

Tagliariol, Russo, la Vezzali, Magnini sono stati protagonisti alle ultime Olimpiadi di Pechino e magari lo saranno a Londra Nel frattempo si concedono una pausa, un ingaggio. Un divertissement si è concessa la bella Federica Pellegrini facendo la syncronette in un gruppo di improbabili syncronetti a "Zelig". I calciatori continuano a consigliare cellulari d'ogni tipo negli spot Gattuso e Totti sono dei grandi interpreti del genere.

E, sullo sfondo di tutti, il più grande: Lui è campione di sport e di spot, ha sposato la bella Victoria delle Spice Girls ma lui non è una bestia. E' il bello e la bella, come Brad e Angelina.

Lui è da stadio Manchester, Real, Galaxy e ora Milan e da cinema "Sognando Beckham" , da televisione e da rete, macho e icona gay. Chissà se si lascerebbe toccare dalla Regina Elisabetta, o, peggio ancora, da Camilla.

Com'è lontano il tempo del "ciao mamma", senza troppa nostalgia: Disabile rapinata e morta nel Napoletano. La polizia sta visionando le immagini riprese dalle telecamere dell'ufficio postale: La polizia sta esaminando le immagini registrate dal sistema di videosorveglianza all'esterno dell'ufficio postale di via Borsellino, per cercare di risalire ai due autori della rapina.

I due banditi, con il volto coperto dal casco, a bordo di una moto Transalp chiara hanno inseguito la donna, che si spostava su una carrozzina elettrica e che aveva appena ritirato euro dall'ufficio postale, fino a un vicolo vicino dove Felicia aveva cercato invano aiuto.

Al citofono al quale aveva bussato non aveva infatti risposto nessuno. I due l'hanno avvicinata e picchiata. La donna ha avuto una grave crisi respiratoria, un malore che le ha provocato la morte. Il fatto ha suscitato grande sconcerto a Casandrino dove Felicia Castaniere era conosciuta da tutti ed apprezzata perché, pur nelle sue condizioni di disabilità, svolgeva un'intensa attività di volontariato. Un esercito di 7. Sono questi, assieme ai precari, sottolinea la Cgia, i lavoratori più a rischio in questa fase di crisi economica.

Si tratta di dipendenti che nel caso di esplusione dall'azienda non hanno nessuna misura di sostegno al reddito, come la cassa integrazione ordinaria o straordinaria. Quanto ai settori di appartenenza di questi lavoratori "senza ombrello", spicca per numeri assoluti quello dei servizi. In questo comparto ci sono 2. Seguono gli occupati del commercio alle dipendenze di aziende con meno di dipendenti 1. Chiudono la classifica i trasporti con Per questo chiediamo al Governo di intervenire e di mettere in campo dei sussidi senza nessun aggravio per le imprese".

Le esperienze a cui attingere, secondo la Cgia, sono quelle degli Enti bilaterali, un esperienza di successo in Veneto, dove imprese artigiane e dipendenti versano un contributo mensile che va a costituire un fondo comune di categoria gestito dalle parti sociali.

Chieti, salvo il cane che uccise un uomo. Sarà adottato dagli animalisti Un cane rottweiler, la stessa razza di Devil Un cane rottweiler, la stessa razza di Devil ROMA—Devil è un rottweiler molto anziano, ha 11 anni, ed è accusato di aver ucciso un uomo, il 10 novembre scorso. Di fatto, cosa sia esattamente successo quella mattina fuori dalla villa di Sambuceto, frazione di San Giovanni Teatino Chieti , dove Rinaldo Di Donato, proprietario di un colorificio, abita con la famiglia, nessuno lo sa.

Quando Ferri viene trovato morto con ferite alla testa e al volto, il vecchio cane è accanto a lui. Chiesto alla magistratura di porre Devil sotto sequestro, la Lav invita a ragionare e a non cadere nei cliché col rischio di suscitare psicosi: Fra le ipotesi, alcuni suggeriscono che Ferri abbia avuto un malore e il cane abbia tentato di smuoverlo: Una settimana fa le autorità ne firmano il dissequestro, e i proprietari la rinuncia al possesso.

Ma è toccato a Carla Rocchi portarlo via, senza flash e con destinazione riservata, verso la sua nuova possibilità. Calabria, la prima rivolta contro chi impone il pizzo. Il testimone alza il dito indice, lo punta verso l'uomo sistemato a pochi metri di distanza, fra i due avvocati difensori, e dice: È la prima volta che accade in Calabria: Non era mai successo in terra di 'ndrangheta, e forse per questo tra i curiosi accalcati dietro i banchi degli avvocati ci sono facce note alle cronache: Gli ultimi due si sono costituti parti civili contro gli accusati, ma la loro presenza è il segno che questa testimonianza vale molto di più del singolo processo.

L'uomo che accusa si chiama Rocco Mangiardi, ha 53 anni, basso di statura e piglio deciso. Gestisce un magazzino di autoricambi in via del Progresso, il cuore commerciale della città. Uno di loro, Vincenzo Torcasio, è stato arrestato ieri insieme ad altre tre persone, in una nuova operazione antiracket della polizia, anch'essa resa possibile grazie alla collaborazione della vittima dell'estorsione.

Per Mangiardi non ci fu niente da fare: Poi fu avvicinato da una persona che conosce da sempre: Il pubblico ministero ripete la domanda: Rocco Mangiardi alza il dito per la seconda volta, indicando l'imputato Antonio De Vito, seduto accanto a Giampà e agli avvocati difensori: Io replicai che volevo solo attenuare il danno, e proposi euro al mese. Gli imputati fissano il testimone, che sembra sempre più piccolo ma non si ferma: Poco dopo l'incontro con Giampà, lavorando su un'altra indagine, la polizia ebbe il sospetto che Mangiardi fosse ricattato dal racket.

Gli misero una microspia nell'automobile e intercettarono un dialogo nel quale l'uomo confidava alla moglie la tentata estorsione. Quando tocca a loro, i difensori degli imputati tentano di farlo cadere in contraddizione, ma il testimone insiste nella sua versione.

Gli chiedono se ha avuto soldi dall'Associazione antiracket, e perfino se abbia avuto una relazione sentimentale che gli dava dei problemi. Il presidente del tribunale non ammette le domande, il clima si fa pesante. Su domanda dei giudici viene fuori che il padre dell'imputato De Vito, poco tempo fa, s'è presentato al negozio di Mangiardi: La deposizione è finita, il testimone esce dall'aula accolto dagli amici dell'antiracket e dagli agenti di scorta.

Glieli hanno assegnati dopo la pubblicazione di notizie su un presunto progetto d'attentato, non si sa bene a quale magistrato. Tano Grasso lo abbraccia: E il sindaco Speranza: Ex pupilla di Sarko, la Guardasigilli è sempre più sola.

Nulla viene perdonato alla ministra della Giustizia, come se stesse vivendo la favola del brutto anatroccolo in senso inverso: Adesso ha contro anche le femministe che le rimproverano di essere andata a lavorare troppo presto dopo il parto. Non dicono che il comportamento è da madre snaturata, ma insinuano che l'aver presenziato al Consiglio dei ministri soltanto cinque giorni dopo la nascita di Fatima-Zohra potrebbe mettere in discussione decenni di battaglie e diritti ottenuti sui congedi di maternità 16 settimane in Francia.

A qualcuna non va giù l'immagine della ministra all' uscita della clinica, in tailleur nero e tacchi a spillo, come se avesse partecipato a un cocktail. Il parto è sofferenza, che diamine! Una gravidanza difficile, una nascita prematura, con taglio cesareo, sarebbero un'esperienza abilmente nascosta per offrire un'immagine di perfetta efficienza, da donna di potere, per conservare la poltrona di ministro e non dare a Sarkozy pretesti per sostituirla.

Marie-Pierre Martinez, segretaria dell'associazione per il Planning familiare, difende la ministra, mettendola comunque in cattiva luce: A questo punto, Rachida è davvero sola. Molte donne — comprese colleghe di governo, oltre alla first lady Carla Bruni — hanno mal sopportato il suo arrivismo, premiato dalla predilezione che Sarkozy ha avuto per lei.

Rachida infine si è fatta un po' male da sola, ostentando stile di vita e arroganza che le hanno alienato molte simpatie. Vita dura dunque per i simboli. Ma c'è da scommettere che Rachida non si arrenda. Ha studiato di notte, ha lavorato duro per mantenere undici fratelli, si è fatta largo con ogni mezzo, dicono i maligni , sgomitando nella rigida ed elitaria società francese. Non saranno le femministe a darle il colpo di grazia.

Anzi, l'attacco potrebbe rafforzarla agli occhi di Sarkozy, che nei prossimi giorni deciderà un ampio rimpasto di governo. Partoriente senza lagne, mamma senza marito, donna in carriera, bella e libera: Naked News Italy - Trailer. Iris-sindacati, non c'è trattativa.

L'incontro di ieri sul quale i sindacati contavano per far cambiare idea alla Iris Spa di Fiorano Modenese è durato meno di due ore. L'amministratore delegato Giuseppe Pifferi ha confermato la liquidazione volontaria della Iris Spa di Fiorano Modenese decisa unilateralmente da Romano Minozzi, proprietario di questa azienda da milioni di ricavi a fine e che con Ariostea e Graniti Fiandre queste ultime non coinvolte nel processo di liquidazione rappresenta uno tra i primi cinque colossi mondiali del comparto ceramico con milioni di ricavi nel A rischio ci sono dipendenti.

Questa crisi deve essere affrontata con comportamenti virtousi da parte di tutti, facendo anche ricorso, se necessario, agli ammortizzatori sociali. Al quadro — disegnato anche grazie a un'ampia rassegna stampa nazionale e internazionale in cui entrano Fiat, Toyota, calo della produzione industriale in dicembre e altro ancora — seguono le cifre, affidate all'amministratore delegato Giuseppe Pifferi, nominato liquidatore.

Da qui la decisione di chiudere. Che ora fa paura. Tante aziende del distretto — afferma ancora Tagliaferri della Femca Cisl — ora potrebbero pensare di affrontare la crisi liquidando. Il Principe e la campionessa: Il Principe Emanuele Filiberto ha stabilito una buona complicità con la pluri campionessa di fioretto Valentina Vezzali.

I due, alla presentazione di "Ballando con le stelle", hanno giocato a scambiarsi le fedi nuziali. Laura Pausini - Inolvidable.

Uno dei giorni tanto attesi da tifosi e amanti di Lazio è arrivato. Questa mattina, invece, la ricorrenza verrà celebrata in Campidoglio con tutti gli onori del caso. E ci mancherebbe altro, visto tutto quello che ha dato questa società alla città di Roma. Saranno presenti tutti i dirigenti della Polisportiva Lazio e ci sarà anche il primo cittadino della capitale, Gianni Alemanno.

Ma il clou e i festeggiamenti ufficiali ci saranno questo pomeriggio alle 15, con il via alla mostra fotografica che raffigurerà tutte le attività sportive effettuate in questi anni dalla Polisportiva. Una storia centenaria, quella della Polisportiva, che poche società possono vantare sia per quel che riguarda lo sport vero e proprio, sia per i risultati ottenuti in questi lunghi anni.

Le sezioni sportive sono 37, in più ci sono da aggiungere cinque associazioni. Blitz cc Irpinia, trovati pomodori scaduti nel ' NAPOLI - Trenta quintali di prodotti alimentati scaduti e tenuti in cattivo stato di conservazione sono stati sequestrati oggi dai carabinieri della compagnia di Ariano Irpino Avellino.

Tre le violazioni piu' gravi si segnala il sequestro di 50 chilogrammi di passato di pomodorino in scatola scaduti da dieci anni: Il blitz dei carabinieri ha interessato anche un discount in cui sono stati sequestrati quasi Kg di prodotti alimentari conservati in un deposito con infiltrazioni d'acqua e privo delle più elementari norme di igiene.

Altri sequestri sono stati effettuati presso due ristoranti della zona di Ariano Irpino dove i Carabinieri hanno sequestrato pesce congelato e conservato senza il rispetto delle norme igienico-sanitarie, nonche' prodotti conservati sott'olio con le confezioni piene di muffa. Ammuffite anche le scorte degli altri prodotti usati per confezionare le pizze come wurstel, salumi e carciofi. I Carabinieri hanno trovato, inoltre, presso gli esercizi ispezionati prodotti derivati dal latte scaduti da circa un anno.

Durante gli accertamenti e' stato anche sequestrato un immobile utilizzato come magazzino e chiuso un deposito con all'interno decine di chilogrammi di merce priva di etichettatura. Il valore della merce sequestrata ammonta a circa 50 mila euro.

Al termine del blitz i militari hanno deferito in stato di liberta' al Procuratore della Repubblica di Ariano Irpino Luciano D'Emmanuele, che coordina le indagini, i titolari degli esercizi commerciali in cui sono stati trovati gli alimenti scaduti e mal conservati.

Sono state segnalate le anomalie riscontrate alle autorita' amministrativa e sanitaria per i provvedimenti di propria competenza. Sono state inoltre elevate contravvenzioni per un importo pari a 12 mila euro. Dipendenti come schiavi, arrestati 3 cinesi nel Modenese. Lavoratori che vivevano rinchiusi, sottoposti ai massacranti ritmi di lavoro anche in condizioni di salute precarie, e riforniti con cibo di scarsa qualità e minima quantità. E' quanto ricostruisce il capo di imputazione formulato dal Pm della Dda di Bologna Lucia Musti e che ha portato all'emissione da parte del Gup Gabriella Castore di un'ordinanza di custodia cautelare a carico di tre cittadini cinesi residenti nel Modenese.

Si tratta di padre, figlio e la moglie di quest'ultimo, gestori di un laboratorio tessile a Cavezzo Modena , per i reati di riduzione in schiavitù, sequestro di persona ed estorsione ai danni di connazionali.

Per il figlio la custodia é stata disposta in carcere, per gli altri due ai domiciliari. BARI - Operazione dei carabinieri della compagnia di Trani contro un clan che aveva utilizzato anche una stanza di ospedale come covo per l'attività di spaccio di droga nel nord barese.

Circa 50 militari, con l'impiego di cani anti-droga, stanno eseguendo cinque ordinanze di custodia cautelare nei confronti di persone ritenute responsabili di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Le indagini, avviate dopo il tentativo di omicidio del capo, un uomo di 37 anni del luogo ferito alle gambe il 9 aprile da vari colpi di arma da fuoco, hanno consentito di ricostruire l'attività del gruppo.

E' stato tra l'altro accertato che dopo essere stato ricoverato in ospedale, il presunto capo del clan aveva trasformato la sua stanza del nosocomio in un vero e proprio covo. All'interno del clan vi era una precisa ripartizione dei ruoli: Marina è ora ricoverata insieme ai suoi due compagni, Mirko Affasio e Matteo Refrigerato nell'Ospedale Italiano di Mendoza, dove i medici sottolineano che "i tre sono fuori pericolo".

Sono più tranquilli e lo sono anch'io", ha raccontato all'ANSA Marina nella stanza della terapia intensiva dell'Ospedale Italiano dove si trova da ieri pomeriggio insieme a Matteo e Mirko. Il gruppo è assistito dal medico Jorge Magistretti, il quale ha assicurato che lo stato clinico dei tre "è buono. La nostra idea è che rimangano ancora almeno per 48 ore in terapia intensiva. Ieri sera, poco dopo l'arrivo, hanno ricevuto le telefonate di qualche familiare. A Marina hanno poi fatto visita due amici di Milano che si trovavano a Mendoza per caso.

Marina ha ricordato che nelle lunghe ore trascorse sulla montagna, prima dell'arrivo della squadra di salvataggio, non ha "mai smesso di camminare, perché a quelle temperature" era l'unico modo di sopravvivere, rilevando inoltre come, appena arrivati in vetta, la guida argentina si sia sentita molto male.

Possiamo dire questo per certo: Oppure sarebbe diventato qualcosa di diverso da un Sith, ma comunque funesto. Forse dovremmo supporre che la natura umana nell'universo ideato da Lucas sia migliore di quella che possiamo riscontrare sulla Terra? Direi proprio di no, anzi, è semmai ancor più corrotta e maligna. Quindi dobbiamo pensare che l'intero Tempio Jedi sia un'organizzazone malvagia ab origine , pur contrastando i Sith, in quanto fondata in toto sulla brama di potere e sull'ipocrisia.

E non sono forse queste le conclusioni a cui lo stesso Luke Skywalker giunge? I Jedi si devono estinguere perché sono ipocriti. Sono i Farisei della Galassia, che non meritano una seconda chance. A tal punto arriva Luke nel suo desiderio di far scomparire la propria religione, da procedere a bruciare i testi sacri custoditi in una grotta. Un'inconsistenza che stride è senz'altro l'allusione all'uso di un carburante per compiere il balzo nell'iperspazio. Anche se abbiamo compreso che l'universo di Lucas ha leggi fisiche particolari, questa trovata è davvero eccessiva.

Sarebbe come pensare di poter indurre reazioni di fissione nucleare bruciando benzina! Un'assurdità anche brutta, disarmonica e soprattutto non necessaria. Non bastava alludere ai "motivatori" come nei vecchi film?

No, perché qualcuno ha voluto strafare, scendendo nei dettagli della tecnologia iperspaziale senza avere una benché minima nozione di logica elementare. Questa baggianata del carburante iperspaziale è più consona a Balle Spaziali , la celebre parodia dell'ashkenazita Mel Brooks, i cui protagonisti respiravano giulivamente nello spazio ed erano addirittura soggetti alla forza peso.

Per inciso, la scena in cui Snoke deride Kylo Ren per via della maschera che indossa si ispira di certo alle umiliazioni inflitte dal Presidente degli Spaceballs a Lord Casco Nero. Attendiamo con ansia che siano introdotti nella Saga i Puffi e Gargamella!

Proprio sul finire della pellicola, ci si rende conto che nel cielo di Ahch-To splendono due enormi soli, a parte le dimensioni simili a quello della Terra. E' un pianeta che ruota intorno a una stella doppia stretta, proprio come Tatooine.

Con ogni probabilità ognuno dei due soli ha una luminosità minore rispetto al nostro, cosicché insieme riescono a dare la giusta quantità di energia al pianeta vitale che orbita loro intorno. Rispetto al torrido e desertico Tatooine, Ahch-To è umido, dotato di oceani e ricchissimo di vegetazione. La sua fauna è davvero bizzarra. I Porg sono una specie infestante.

Ritenuti simili al pulcinella di mare e senza dubbio ovipari, sembrano in realtà più mammiferi. Se hanno ali e zampe di pinguini, è altrettanto vero che hanno il tipico musetto dei gatti. Forse sono strani monotremi, come gli ornitorinchi e le echidne, con caratteristiche di uccelli e di mammiferi.

Hanno i colori dei pettirossi, anche se disposti in modo diverso. Il loro sguardo ha qualcosa di ipnotico e i loro occhioni attirano un'immensa empatia. Chewbacca, che ne aveva arrostito uno e stava per mangiarselo, desiste come incrocia lo sguardo implorante di altri Porg. Forse per rimediare alla propria iniquità, consente loro di colonizzare il Millennium Falcon. Tuttavia questa sua affermazione sembra contraddirsi da sé, dal momento che vediamo Luke arpionare un pesce.

L'ultimo Jedi non era di certo un vegano, visto che masturbava le poppe della femmina d'un lamantino gigante proboscidato, ottenendone fiotti di latte subito raccolti in una bottiglia per la colazione. Finalmente vediamo gli abitanti indigeni del pianeta, che non sono affetto estinti come ho creduto prima di vedere il film.

Sembrano in tutto e per tutto rettili dalla testa grossa e ossuta. Hanno abiti monastici e Luke li descrive come custodi degli antichi edifici dei Jedi fin dall'inizio dell'Ordine. Kylo Ren e Rey: Il climax interruptus colpisce ancora! Quando Kylo Ren si trova di fronte a Rey, a un certo punto sembra proprio che stia per rivelarle un'informazione cruciale sulle sue origini.

La scena ricorda a tal punto per tensione e natura quella in cui Darth Vader rivelava al giovane Luke di essere suo padre, che ci si aspettava proprio qualcosa di simile. Invece le dice che i suoi genitori erano nullità e alcolizzati terminali, che l'avevano gettata via appena nata. La irride e la schernisce per questo. Il climax è stato spezzato. All'epoca in cui lavorava per Jabba, Han era stato con una prostituta anoressica tenuta alla catena su un mondo desertico, un immondezzaio della Galassia.

Ubriaco fradicio, l'aveva penetrata e le aveva eiaculato dentro, provocando il concepimento di una nuova vita dannata e prendendosi l'ennesima gonorrea.

Potrebbe essere, ma la si prenda come una perversa fantasia che mi frulla per la testa. Certo avrebbe più senso di tante teorie assurde costruite dai fan a ogni piè sospinto. Vedremo un po' se il prossimo film della serie chiarirà un po' le cose o se davvero Rey è soltanto l'ennesima bambina esposta da una madre snaturata.

Ormai tutto il Web fantastica su una storia d'amore tra Kylo Ren e Rey. Quello a cui segretamente il pubblico anela è proprio una storia incestuosa tra fratello e sorella.

Non dobbiamo mai dimenticare che l'intero edificio composto dagli episodi di Star Wars è pervaso dall'incesto e dalla bestialità erotica.

Molti discutono se Star Wars sia o meno fantascienza. In realtà è pornografia subliminale e pornografici sono i suoi frutti. Navigando nel Web, per serendipità sono venuto a conoscenza di un fatto davvero singolare. Una delle fantasie erotiche più diffuse tra le ragazze inglesi è praticare l'anilingus a Chewbacca! In pratica Chewbacca è il terzo incomodo in ogni relazione! A tal punto è giunta la passione delle lubriche figlie di Albione, che hanno coniato una nuova espressione slang per indicare l'anilingus praticato dalla donna all'uomo: Non sono ancora riuscito a trovare un'espressione tratta da Star Wars per indicare l'anilingus praticato dall'uomo alla donna, forse perché non ho cercato abbastanza.

In ogni caso anche la May si è accorta del fenomeno e ha addirittura lanciato futili campagne per cercare di distogliere dal deretano la gioventù britannica. A quanto pare diverse nazioni di questo Occidente in sfacelo hanno le sue grottesche crociate anti-anali. Noi abbiamo la De Mari, loro hanno la May. Risolto il mistero di Snoke. Finalmente giungono prove certe sulla natura del Leader Supremo del Primo Ordine.

Proprio come andavo sostenendo fin dalla sua prima comparsa. Snoke affettato come un würstel viennese si rivela come privo di qualsiasi importanza, altrimenti non sarebbe uscito di scena in un modo tanto infame. Adesso ce l'hanno nel deretano tutti quei babbei che strepitavano, cianciando che Snoke fosse lo stesso Kylo Ren proiettato nel futuro e poi nel passato con una macchina del tempo, oppure l'Imperatore Palpatine reincarnato in un nuovo corpo.

Tutti quei dementi devono tacere! La ritengo una bella rivincita, piacevole come un bicchiere di moscato. Anche se è una cosa difficile a credersi, esistono i complottisti di Star Wars, nullità che consumano le loro inutili esistenze elaborando le teorie più assurde sui personaggi dei film della Saga.

Trascorrono notti insonni a inventarsi colossali stronzate. Direi che è abbastanza facile zittirli: Purtroppo non è altrettanto agevole trattare i complottisti che riversano le loro aberrazioni nel mondo reale, causando danni immensi, ad esempio facendo morire malati di cancro trattandoli col bicarbonato. Rabid Paese di produzione: Giovane uomo nella loggia. Rose è una motociclista che ha un grave incidente mentre viaggia col suo ragazzo, Hart.

I due giovani vengono portati d'urgenza alla clinica del Dottor Keloid nomen omen derivato da cheloide , ossia cicatrice indurita , che si trova nei pressi del lugo dello schianto. Questo Keloid è un chirurgo estetico che conduce studi poco ortodossi sul trapianto di cute prelevata dai morti. La sua ossessione sono i batteri che pullulano sulla pelle. Il realtà la pelle non è il luogo più carico di germi, come crede Keloid, che pare dimenticarsi dell'intestino e di quella pasta batterica marrone chiamata merda.

Siccome la bellissima Rose è in pericolo di vita e rischia di rimanere sfigurata, il Dottor Keloid decide di effettuare su di lei un rischiosissimo trapianto di cute prelevata da alcuni cadaveri e conservata. Il trapianto sembra riuscito, eppure la paziente non riprende i sensi. Quando si sveglia, qualcosa in lei è mutato in modo irreversibile.

Il suo corpo è splendido come prima dell'incidente, perfetto in ogni dettaglio Sconvolta dalla sete di sangue, Rose si alza dal letto e si allontana nella notte per predare. È l'inizio di un incubo atroce che dilaga come una pestilenza, dato che ogni persona morsicata dalla donna si trasforma in uno zombie-vampiro. Presto la contrada si riempi di cadaveri deambulanti dal volto sporco di sangue e la situazione sfugge al controllo delle autorità. Rose, che oltre a essere il "paziente zero" è una portatrice sana, si reca a Montreal da sua sorella, innescando la catena di eventi che porterà il genere umano alla rovina.

Questo film, uscito due anni dopo Shivers - Il demone sotto la pelle , ne ricalca molto la struttura e presenta ambientazioni simili.

Utilizza anche alcuni attori, al punto che sembra quasi che tra le due narrazioni esista una continuità sostanziale. Troviamo ad esempio Murray Cypher, lo pseudo-Asimov interpretato da Joe Silver, che in Shivers veniva aggredito da uno stronzo semovente, corroso dall'acido e infine ucciso a sprangate.

Anche qui lo stesso personaggio fa una fine orribile e in qualche misura assimilabile: Sembra il medesimo geroglifico d'orrore nei due film: Lo stronzo paonazzo che emerge dall'orifizio formatosi sotto un'ascella di Rose-Marilyn Chambers è talmente simile agli stronzi di Shivers da apparire formato usando lo stesso materiale scenico, a cui è giusto stato applicato un aculeo.

La pornodiva di Providence. Magistrale l'interpretazione di Marilyn Chambers , che - non dimentichiamolo - era una pornodiva originaria in quella stessa Providence che diede i natali all'immortale H. L'attrice raggiunse la fama nel con il film hard Behind the Green Door Dietro la porta verde , dei fratelli Mitchell, che fu il primo porno ad essere distribuito regolarmente negli Stati Uniti.

Questo è accaduto alla Chambers, che in Rabid ha ottenuto il ruolo di protagonista. Il produttore Ivan Reitmann, probabilmente in stato di bizzarria, ha deciso che il film avrebbe avuto un grande successo all'estero se fosse stato interpretato da una famosa pornodiva. Cronenberg non conosceva la Chambers e aveva scelto come protagonista Sissy Spacek, che fu tuttavia scartata dai dirigenti dello studi per via del suo accento, giudicato inidoneo.

In ogni caso il regista fu impressionato dall'impegno e dalle doti drammatiche dell'attrice hard e fu presto entusiasta della sua recitazione.

Mentre Shivers trattava l'associazione tra il sesso e le feci, qui si approfondisce l'associazione tra il sesso e il sangue: Il tema della contaminazione venerea si intreccia in modo indissolubile con quello dell'alterazione del corpo, che si esprime nella comparsa di un nuovo ano sotto un'ascella della protagonista non somiglia affatto a una piccola vagina, come alcuni sostengono.

Il pungiglione di Thanatos che emerge da questa apertura è un simbolo della predazione insita in ogni attività sessuale. Siamo lontani anni luce dall'idea melensa che le masse hanno del connubio tra i sessi come espressione di un sentimento idilliaco: Per alcuni, Cronenberg ci vuole parlare dell'impossibilità di accedere all'amore sessuale.

A me pare piuttosto che l'atto amoroso sia descritto servendosi della metafora vampirica perché è un'aberrazione che contiene in sé il seme della Mors Ontologica. Gli zombie assetati di sangue che vediamo in Rabid non presentano nessun elemento soprannaturale. Sono semplicemente le vittime di un morbo, il cui corpo agisce spinto dai comandi del patogeno che li ha infettati. Non si ha alcuna intrusione nel vasto reame della demonologia.

Pur assimilando entrambi sangue umano per sopravvivere, i contagiati descritti da Cronenberg e il Nosferatu di Murnau sono tassonomicamente del tutto diversi. Com'è a tutti chiaro, i morti viventi non hanno alcuna necessità di riuscire affascinanti.

In questo film invece la soddisfazione sessuale, e di conseguenza anche l'amore, sono resi impossibili dalla condizione stessa dell'essere vampiro. In una luttuosa epoca come quella in cui viviamo, afflitta dalla melensaggine di infiniti vampiri innamorati, sarebbe proprio il caso di ritornare all'esempio di Rabid e di mostrare personaggi disumanizzati, ridotti a cadaveri deambulanti che brancolano alla ricerca di sangue per placare la loro bramosia.

Il contagio che trasforma in zombie-vampiri è attribuito dai medici e dalle autorità a una variante della rabbia, pur presentando una sintomatologia molto differente. La rabbia è una malattia virale tipica dell'essere umano e di numerosi animali a sangue caldo. Causa un'infiammazione acuta del cervello e se conclamata porta quasi ineluttabilmente alla morte. Tuttavia nel film, la causa della pandemia di vampirismo zombificante sembra essere piuttosto un batterio.

Ci viene mostrato un campione della cute impiantata a Rose analizzato al microscopio e pullulante di batteri simili alla spirocheta della sifilide Treponema pallidum.

Sembra che il regista non avesse ben chiara la differenza tra virus e batteri, che appartengono a rami molto distanti dell'Albero della Vita. Il terrificante epilogo, che è la gioia per ogni estinzionista come me, segna la Fine dell'Umanità.

Vediamo che la pandemia di vampirismo zombificante si è sparsa su tutto il pianeta e che i pochissimi superstiti non colpiti dal morbo lottano duramente per sopravvivere. Rose, il cui stato privilegiato di portatrice sana è venuto meno in seguito al morso di un malato, giace in mezzo all'immondizia in un vicolo, lo sguardo pietrificato.

Non si capisce bene se il suo corpo sia senza vita o se invece sia semplicemente colpito da paralisi. Arriva il camion con gli addetti allo smaltimento, paludati in pesanti tute anticontaminazione, con maschere in grado di evitare il benché minimo contatto col materiale infetto.

Afferrano l'immobile corpo di Rose e lo gettano senza tanti complimenti nella macchina che tritura i rifiuti. Crash Paese di produzione: Canada, Gran Bretagna Anno: Thriller, erotico, drammatico Regia: Crash, di James Graham Ballard Sceneggiatura: Robert Lantos, Jeremy Thomas Casa di produzione: James Ballard è un produttore cinematografico, un uomo alto, pallido e biondiccio, dai tratti poco marcati.

Sua moglie Catherine è una bionda fatale dotata di una grande sensualità, che somiglia un po' a un incrocio tra la Boschi e Valeria Marini, con un particolare sguardo languido e perennemente distratto. Per innalzare la tensione sessuale, i coniugi sono abituati a raccontarsi i dettagli più intimi e pruriginosi delle loro relazioni sessuali: James ha come amante una montatrice dello studio, mentre Catherine copula allegramente con il suo istruttore di volo da diporto. Una notte - l'ambientazione è quasi perennemente notturna - il buon James ha un incidente grave causato dalla distrazione, proprio nei pressi dell'aeroporto.

Provoca un frontale con un'auto su cui viaggia una coppia. L'uomo, un chimico industriale, finisce sbalzato fuori dall'abitacolo e muore sul colpo. La donna, la dottoressa Helen Remington, riesce a salvarsi e per qualche istante fissa il protagonista attraverso i parabrezza sfondati. Entrambi vengono ricoverati in un ospedale per vittime di incidenti aerei.

Dopo qualche tempo James comincia a fare qualche passo, ostacolato da una complessa protesi a causa di una frattura multipla a una gamba.

Durante la passeggiata nell'ospedale semideserto, incontra per puro caso la Remington, che lo guarda piena di livore e di odio. Con lei c'è un uomo in camice bianco, che James pensa essere un medico.

Ha il volto sfregiato e guarda con morbosità le ferite della donna. Intanto Catherine, che fa visita il marito in ospedale, lo stuzzica e in un'occasione arriva persino a masturbarlo, facendolo gemere per poi ritrarre le dita tutte imbrattate di sperma.

Una volta dimesso dall'ospedale, James si reca al deposito della polizia per recuperare quanto resta della sua auto. Qui incontra di nuovo la Remington, che è giunta ivi per lo stesso motivo. I due questa volta cominciano, seppur timidamente, a parlare.

A questo punto l'uomo offre un passaggio alla donna sulla propria auto e in breve finisce col copulare con lei furiosamente. In un parcheggio ctonio lei si mette a cavalcioni su di lui, si stende sul fallo eretto fino a scoppiare, lo fa penetrare nella vagina e inizia a muoversi ritmicamente fino a farlo venire. Una notte assistono a uno spettacolo raccapricciante e illegale in cui viene riprodotto l'incidente mortale di James Dean. A organizzarlo è proprio l'uomo pieno di cicatrici che James ha visto in ospedale, scambiandolo per un medico.

Ora apprende che egli è Robert Vaughan, un pericolosissimo psicopatico affetto da un feticismo totalizzante verso gli incidenti stradali e la mitologia della morte di personaggi celebri negli schianti. Subito il produttore cinematografico e la dottoressa si recano a casa di Vaughan, dopo averlo aiutato a trascinare Seagrave, lo stuntman che aveva impersonato James Dean, dato che non poteva camminare da solo a causa di un trauma cranico.

Vaughan decide di proporre ai suoi ospiti un lavoro che reputa la quintessenza del genio: L'improbabile gruppo, in esaltazione per questa serie di deliri di onnipotenza, sprofonda presto nell'ebbrezza e si abbandona ad accoppiamenti sfrenati.

Durante una copula, mentre il marito la stantuffa, lei si abbandona a fantasie turpissime. Fa di tutto per istigare James ad avere un rapporto sodomitico con Vaughan e nella sua mente comincia a pianificare, a escogitare il modo per tradurre in realtà il film che le scorre nella mente.

Gli eventi precipitano quando Catherine si concede proprio a Vaughan in un autolavaggio. Mentre lei gode, il marito assiste alla scena. Qualcosa scatta in lui e a un certo punto gli eventi precipitano. In un cimitero d'auto avviene proprio l'accoppiamento di Ballard con Vaughan, che tuttavia non prende bene l' immissio penis in anum. Cercherà di uccidere il suo violatore, la prima volta appena finito il rapporto, la seconda mentre viaggia con la consorte. Non riuscirà nei suoi intenti omicidi e finirà con lo sfracellarsi in un terribile incidente scontro, spirando com'era destino.

Ancora scosso dalla catena di eventi oltremodo truci, James viaggia in auto, quando vede la moglie alla guida a pochi metri di distanza. Inizia un drammatico inseguimento. In un crescendo di aggressività, tampona l'auto di Catherine fino a farla uscire di strada. La raggiunge, vede che è sotto shock e si eccita osservando le sue lievi ferite sul volto e il sangue, quindi la gira e la possiede carnalmente da tergo. Tutto sommato il film si discosta poco dal romanzo, cosa che deve essere ritenuta eccezionale.

Tra le principali differenze si noterà l'ambientazione, che nell'opera di Ballard è Londra e dintorni, Inghilterra incubica, mentre nel film è una grande città del Canada, con ogni probabilità Toronto si notano scritte bilingui in inglese e in francese. Anche il finale è diverso. La caccia di James Ballard alla moglie, una sorta di approccio violento effettuato con un corpo biomeccanico formato da carne e metallo, è un'invenzione di Cronenberg.

Certo, il coito nelle sequenze finali del film non è immune da ambiguità e potrebbe essere descritto come uno stupro: Per il resto notiamo qualche divergenza che si esaurisce in dettagli poco significativi, che non sono certo colonne portanti dell'opera dello scrittore britannico. Non si fa cenno ad Elizabeth Taylor, che nel romanzo costituiva il centro delle patologiche ossessioni sessuali di Robert Vaughan.

James Dean nel volume viene menzionato sola due volte, mentre nel film gioca un ruolo molto più importante e assistiamo alla riproduzione del suo incidente, preceduta da una teatrale descrizione ad opera dello stesso Vaughan, che fa sfoggio di doti istrioniche senza pari.

E ancora, più avanti nel testo: Anche il ruolo della Mansfield è ingigantito nel film: Nel romanzo, Seagrave muore travestito da Elizabeth Taylor. Questo è il passo: Nella sua mente, da quell'incidente in poi, l'attrice cinematografica era ormai morta. Tutto quello che gli restava da fare era di attendere alle formalità di tempo e luogo, alle entrate della carne di lei in un matrimonio con lui che già era stato celebrato sull'insanguinato altare dell'auto di Seagrave".

Anche se ritengo l'Inghilterra l'ambientazione ideale di Crash , devo dire che Cronenberg è riuscito a rendere molto bene lo sfacelo ontologico non solo dei protagonisti, ma dell'intera società. Nelle cupe vie di una metropoli canadese si respira l'aria degli Ultimi Giorni.

Il Demone della Follia non si limita a emergere nei protagonisti: Questo appare chiaro dal rito oscuro della ricreazione dell'incidente mortale di James Dean: Tutti aspetti che nel romanzo non sono trattati, o a cui si fa soltanto una sfuggevole allusione. Rispetto al libro, la drammaticità della scena è molto più intensa.

Ottime le musiche di Howard Shore. L'estrema morbosità di una moglie. In una scena, la bionda e languidissima Catherine giace nuda col marito che le scava con l'erezione nel vaso procreativo. Lei socchiude gli occhi come la Marini e se ne esce in un torrente di oscenità. Tempesta James di domande a cui lui non dà una risposta. Gli dice che lo sperma di ogni uomo ha un sapore diverso e gli chiede come secondo lui sarebbe il gusto del liquido seminale di Vaughan, se sarebbe aspro o meno.

Gli chiede anche se vorrebbe sodomizzare lo sfregiato, se vorrebbe intrudergli nel retto il fallo eretto, spingendo nello sterco. Una donna simile è davvero di un'incredibile rarità. In genere le donne provano una grandissima ripugnanza per gli atti omosessuali tra uomini, e non ho mai sentito di una moglie che si eccita a istigare il marito alla bisessualità.

Credo che queste cose diano la misura di quanto poco mainstream siano i contenuti ballardiani. Un caro amico crede sinceramente che James G. Ballard sia un autore di massa e che le sue creazioni siano condivise da un vasto pubblico.

Le ragioni di questa opinione mi sono sconosciute e più incomprensibili di una lingua aliena. Forse in certi ambienti c'è molta gente che si fa vanto di conoscere Ballard mentre in realtà usa i suoi libri come soprammobili. Credo che non si dovrebbe mai pensare che ogni libro acquistato sia in automatico un libro letto e assimilato. Negli Stati Uniti la proiezione del film è stata boicottata e posticipata. Nel Regno Unito il ministro Bottomley ha bandito una crociata per ottenere la censura della pellicola, da lui accusata di essere pornografica.

L'iniziativa del ministro Bottomless ha più o meno lo stesso senso della risibile crociata contro il buco del culo lanciata da Silvana de Mari. In Italia il film ha destato le ire di vari radical shit e precursori dei piddioti. Forse è cosa pietosa tacere le mie opinioni su tali affermazioni desolanti, superficiali e futilissime, o ne risulterebbe un torrente di ingiurie efferate. Quello che l'autrice di Repubblica ignora è un dato di fatto molto semplice.

I personaggi di Crash ben difficilmente potrebbero essere imitati da qualcuno, tanto ripugnante è la loro patologia dell'anima, tanto sfrenata è la loro perversità.

Infatti, a differenza del James Ballard interpretato da James Spader, Battisti era un riferimento e un modello antropologico per milioni di giovani, che nelle sue parole riponevano ogni loro sogno e ogni loro speranza. Dubito che si trovino molti uomini in grado di avere un'erezione e di perdere sperma durante un incidente stradale, ma senza dubbio qualcuno sarà stato spinto a schiantarsi dalle parole istigatorie di Emozioni. Memorabile e pienamente condivisibile è quanto scritto sul Morandini: Frutto di un'inconfondibile cifra stilistica e di un immedicabile pessimismo, Crash celebra la morte del sentimento e allunga la lista dei film catastrofici del Novecento al suo epilogo.

Jonathan Cape Data di pubblicazione: Giugno Prima edizione italiana: Il regista televisivo James Ballard, omonimo dell'autore ed evidente suo alter ego , ha un grave incidente stradale mentre torna dall'appuntamento con la sua segretaria e amante Renata.

Invasa la corsia opposta, fa un frontale con l'auto di una coppia. L'uomo al volante rimane ucciso sul colpo, mentre la sua consorte sopravvive. Incastrato nella sua vettura, il regista guarda la donna ferita e la concupisce, proiettando su di lei pensieri morbosi. Arrivati i soccorsi, Ballard viene ricoverato nell'ospedale dell'aeroporto, unico paziente in una corsia desolata. Ha entrambe le rotule fratturate e rimane immobilizzato a lungo.

Sua moglie, Catherine, lo viene a trovare spesso e gli racconta dettagli morbosi delle sue avventure adulterine, cosa che fa parte di un consolidato gioco della coppia.

La prima persona in cui si imbatte è la dottoressa Helen Remington, la moglie dell'uomo perito nell'incidente. Lei si rifiuta di parlare e lo evita come un fantasma, comprensibilmente, potremmo aggiungere.

Poi l'attenzione del regista è richiamata dalla sinistra figura di un uomo in camice bianco, col volto sfregiato da cicatrici. Questo è il punto di non ritorno, l'inizio dell'incubo. Catherine e James sono dominati da una singolare depravazione che a quanto pare non era mai stata descritta prima in nessun manuale di psicopatologia sessuale. La macchina è vista come un'estensione del corpo, capace di moltiplicare all'infinito il piacere sessuale, come se la tecnologia fosse in grado di fondersi completamente con la biologia filogeneticamente ereditata.

La stessa mente dei coniugi è una macchina pornografica in cui si realizzano le nozze tra Eros e Thanatos. Un tempo era un conduttore televisivo di successo, ma in seguito a uno spaventoso incidente si è trasformato come un anodino dottor Jekyll in uno spietato Mr. Il coinvolgimento dei coniugi Ballard e di Helen Remington con Vaughan si rivelerà assolutamente catastrofico.

In una spaventosa catabasi lungo sentieri di sangue e di lamiere accartocciate, finiranno tutti stritolati nelle spire del Serpente Biomeccanico, annichilitore dell'Essere, perdendo se stessi. Questo capolavoro del postmodernismo descrive un mondo in rovina, popolato da individui simili a ombre che guizzano negli oscuri diverticoli dell'Ade.

Molti lo vedono come un'anticipazione del genere cyberpunk , appartenente al vasto reame della Science Fiction , anche se si tratta di un'opinione a mio avviso un po' controversa, che non mi sento di sottoscrivere appieno. L'integrazione tra uomo e macchina non è qui la tendenza generale di una società ipertecnologica, ma è piuttosto l'eruzione del vero protagonista di ogni opera ballardiana: Manca del tutto il concetto di progresso tecnologico che incorpora l'essere umano come naturale evoluzione che travalica la mera biologia.

L'eruzione del Mostro della Follia è puramente immateriale, anche se le sue devastanti conseguenze sono tangibili e più dense della materia collassata di una stella a neutroni. Le vicende narrate in Crash non necessitano alcuno speciale supporto ipertecnologico: Un'ambientazione fantascientifica è del tutto inutile. La fusione tra uomo e macchina non è qui il mero frutto di un'ideologia futurologica. Potremmo invece definirla il risultato dell'estrema, estenuante e incessante ricerca di nuovi stimoli erotici in seguito a una rapida assuefazione che conduce in modo ineluttabile a ricercare qualcosa di più forte.

Andare oltre la stessa forma fisica del corpo per esplorare nuovi sconvolgenti mondi in cui il piacere, il dolore e la Morte diventano tutt'uno, perdendo la loro identità in un nuovo fluido micidiale. L'uomo postmoderno si muove come un vettore impazzito in un universo marasmico e sostanzialmente inconoscibile. A mancargli è lo stesso Logos. Il rassicurante spazio euclideo a tre dimensioni non garantisce più alcun sistema di riferimento.

Il solo panorama che si spalanca davanti agli occhi allucinati è quello della schizofrenia. Il narratore e sua moglie hanno conquistato questa immensa libertà che permette loro di giocare i loro strani giochi senza preoccuparsi delle conseguenze.

La psicopatologia è divenuta il motore di gran parte della nostra vita quotidiana. Gli scorsi la clavicola sinistra con le labbra e gli succhiai il capezzolo sfregiato, sentendo fra le labbra l'areola risezionata. Quell'inguine era alluminato d'uno zodiaco di collisioni sfortunate, e io esplorai a una a una con le labbra quelle cicatrici, gustando il sangue e l'urina.

Con le dita toccai la cicatrice al pene, poi sentii in bocca il glande. Gli slacciai i pantaloni macchiati di sangue: Cominciarono a scattarmi d'irritazione i nervi di gambe e braccia, le membra a flettermisi da sole in una serie di spasmi nervosi. Il carapace sporgente della chiesuola del cruscotto presiedeva al solco oscuro fra le sue natiche. Con la destra gliele aprii, cercando l'orifizio caldo dell'ano.

Mentre compivo il mio va-e-vieni nel suo retto, i veicoli saettanti nella luce lungo l'autostrada mi aspirarono il seme dai testicoli. Dopo l'orgasmo, mi staccai lentamente da lui, tenendogli aperte le natiche con le mani per non danneggiargli il retto; e, tenendole aperte, osservai il mio seme colargli dall'ano sulle coste scanalate dell'imbottitura vinilica. The Prince of Tides Paese di produzione: Pat Conroy romanzo Sceneggiatura: Pat Conroy, Becky Johnston Fotografia: I ricordi che ho di questo film sono tutti brutti.

Essi si amalgamano in un pastone incubico, come visioni grottesche a cui sarebbero preferibili le tenebre assolute dell'Erebo. Un uomo robusto di nome Tom Wingo, devastato dagli atroci ricordi di un'infanzia vissuta nelle paludi, si reca dalla strizzacervelli Susan Lowenstein per lenire il suo dolore.

Ogni volta che si scoperchia il vaso di Pandora della sua memoria, ne emerge un tanfo mortifero. Calarsi in un simile personaggio significa pentirsi di esistere. Un rozzo padre padrone ha una moglie che gli cucina dei gamberetti con una ricetta francese. Lei spera di fare cosa gradita, ma lui fa il diavolo a quattro perché a suo dire quello non sarebbe cibo degno di un essere umano. Allora la moglie gli propina del cibo per cani e lui, ignorandone la provenienza, lo trangugia avidamente facendo versi da ghiottone, lodandolo come "sano e americano".

Mastica tra i rutti, come Crono che divora i suoi figli. Uno schifo violento in ogni suo istante. Chi potrebbe vivere con questi flash nella mente? Quanto descritto non è tuttavia ancora il peggio. A un certo punto emerge uno spaventoso ricordo dell'infanzia di Tom. Tre temibili evasi percorrono la palude di notte, giungendo proprio nella dimora della famiglia del protagonista.

Sono energumeni mostruosi, le cui braccia sono vere e proprie zampe anteriori. Uno di loro stupra la madre di Tom, Lila, mentre l'altro brutalizza sua sorella minore Savannah. Il terzo, come vede che non c'è a disposizione nessuna vittima di sesso femminile, non si perde d'animo. Prende il bambino, lo mette a novanta gradi e senza esitare lo sodomizza, chiamandolo "carne cruda".

Tom non ha il coraggio di ribellarsi e si presta a soddisfare le pulsioni bestiali del suo carnefice. Le laide sequenze del film mostrano questi atti di stupro e di pedofilia senza lasciar nulla all'immaginazione. Anche se solo per pochi istanti, il tempo è sufficiente per impressionare la retina. Dopo un harakiri spirituale ininterrotto, con una sorella di Tom Wingo che si finge sopravvissuta dell'Olocausto, gli eventi hanno una svolta che potremmo definire "romantica".

La psicologa attira l'uomo nel proprio letto, lo fella e gli svuota i testicoli. Un uomo con un minimo di dignità non riuscirebbe a fissare la consorte negli occhi, ma Wingo ci riesce - forse perché anche lei non è da meno.

Tutto procede verso un finale banale: Se finissi catturato dagli xenomorfi e fossi usato come incubatrice per un chestburster , riterrei il mio fato di gran lunga preferibile all'infanzia di Tom Wingo e ai quadretti della sua aberrante vita familiare. La Streisand ci ha messo tutte le sue sinistre doti e ha ottenuto il risultato cercato: Il film contiene scene agghiaccianti. A mio avviso la Streisand, che di questa pellicola è stata regista, potrebbe anche essere accusata di apologia di pedofilia e di stupro.

In un paese civile dovrebbe essere processata e condannata. Oppure dobbiamo ammettere che una donna, solo per il fatto di avere due cromosomi X, debba poter escogitare qualsiasi enormità, qualsiasi scelleratezza, ricevendo in cambio un encomio?

Vediamo all'opera la mens pornographica della Streisand. Grande e orrenda è la sua compiacenza al Male. Al confronto de Il principe delle maree , si capisce che Orgasmo e motocicli era innocente. Persino lo stag giovanile interpretato dall'attrice era come Biancaneve e i Sette Nani: Un film di propaganda antitedesca.

In America si assiste impotenti all'atroce trasformazione dei cognomi in -stein in -stin , come Frankenstin in un famoso film di Mel Brooks, che almeno aveva la scusante di essere un film comico.

Mentre il protagonista di Frankenstein Junior a un certo punto ritrova il suo orgoglio, restaurando la corretta pronuncia tedesca del suo nome, vediamo che Il principe delle maree afferma la pronuncia aberrante come se fosse naturale. Persino il ricordo della fonetica della lingua tedesca, pur in un cognome ebraico, deve essere negato ed eliminato.

Diabole, non sia mai! Una cosa molto importante va rimarcata. Individui come la Streisand nuocciono innanzitutto al loro stesso popolo. Gli creano danni immensi che non possono essere rimediati, accrescendo l'odio e i pregiudizi. Si capisce infatti che se un popolo è odiato e perseguitato, ogni aberrazione di un suo singolo individuo sarà in automatico attribuita a tutti i suoi membri. Se poi chi commette l'aberrazione avrà solidarietà dai membri del suo popolo, la reazione d'odio degli avversari sarà accresciuta in modo enorme.

Per questo motivo, se fossi un israelita, non esiterei a denunciare all'autorità rabbinica la Streisand per i suoi molti scandali, cercando con ogni mezzo di farla condannare. Se poi non ne sortisse alcuna condanna, pagherei un cabalista per scagliare contro di lei la Pulsa de Nura. La questione del rating. Alcune note sulla questione del rating. All'informazione non viene data grande pubblicità, come se fosse un film adatto a tutti. Si paragona quindi il film della Streisand ai capolavori di Scott e di Pellington.

Questo nonostante la cruda, abominevole scena di pedofilia che dovrebbe farlo valutare con un rating ben più restrittivo. La formazione di neomorfi nel corpo di persone parassitate o un mostro spettrale che profetizza una catastrofe: Invece gli stupratori che infilano il fallo su per il retto dei bambini, chissà per quale motivo fanno meno scalpore.

Strana morale ha l'America! Una pletora di riconoscimenti. La cosa più scandalosa: Ancora un po' e sarà tra i film più premiati della storia della Settima Arte! Trovo che sia una cosa spaventosa. Vedete, i laveyani delle orge mostrate in Eyes Wide Shut sono innocenti al confronto di chi ha promosso questo orrore!

Nel romanzo di Pat Conroy, da cui è stato tratto il film, si trovano alcuni passi che permettono considerazioni, a quanto ne so mai fatte finora. Prima il bandito si accerta che Tom non abbia mai conosciuto carnalmente un uomo: Poi avviene l'azione abominevole: When he entered me I tried to scream but could not.

I could give no voice nor utterance to such degradation, to such profuse shame. His cock was enormous and he damaged me as he forced his way inside.

I felt a fluid running down my thigh and thought he had come, but it was my own blood running down my thighs. He writhed and forced it deeper inside me as I listened to my mother and sister calling out my name, begging for my intercession. Come faceva Tom a sapere che l'uomo sarebbe "venuto"? Eppure dice "I felt a fluid running down my thight and thought he had come". Quindi non era vero che era ignaro di simili violenze!

Questo perché la sua era una famiglia incestuosa come il Clan di Sawney Bean, ed evidentemente il padre padrone aveva già abusato di lui in passato, o aveva comunque assistito ad accoppiamenti. Roba davvero indigesta, da far rimpiangere la prosa del Marchese de Sade. Species Paese di produzione: Orrore, fantascienza, thriller erotico Regia: Conrad Buff Effetti speciali: Gino Acevedo, Damon Allison Musiche: John Muto Interpreti e personaggi: La trasmissione dalle profondità cosmiche viene decifrata.

Non è il famoso "E. A chiunque sano di mente sarebbe suonato un campanello d'allarme nel cranio. Gli anglosassoni degli States, ovviamente! Senza pensare a possibili conseguenze, un gruppo di scienziati pieni di coglionesco entusiasmo dà origine a una bambina artificiale con DNA ibrido.

A questa creatura viene dato il nome Sil. Quando gli scienziati si accorgono che Sil cresce a ritmi incredibili e ha seri problemi, come violente crisi durante il sonno, cominciano a temere qualcosa di grave e decidono di sopprimerla col cianuro.

La frittata a questo punto è fatta: Sil trattiene il respiro e riesce a mandare in frantumi il vetro della sua prigione, fuggendo. Come quelli del Governo vengono a sapere l'accaduto, si cagano in mano un bel po' di diarrea. Presi dal panico, incaricano una squadra di scienziati di recuperare l'aliena.

Fanno parte di questa formazione Xavier Fitch il demiurgo di Sil , la bellissima Laura Baker dalla chioma rossa come il fuoco, l'antropologo Stephen Arden, il sensitivo o meglio mentalista Dan Smithson e il sicario Preston "Press" Lennox. Intanto Sil subisce una metamorfosi. Nascosta in un vagone letto su un treno, si impupa e in breve tempo dal bozzolo fuoriesce una donna adulta, che ruba degli abiti e si confonde facilmente nella massa.

Chi si mette di traverso viene da lei ucciso senza pietà né misericordia. Si reca in una discoteca a rimorchiare e trova un bell'uomo, ma quando giunge nella sua villa si accorge che qualcosa non va: Sil lo capisce dall'odore. Sil è una donna bellissima e seducente che non perde tempo in preliminari. Non pratica la fellatio e non si lascia leccare.

Ha un solo fine: Un altro potenziale partner che si trova con lei in piscina cerca di sottrarsi quando lei gli dice che vuole un bambino.

È preso dal terrore alla sola idea di sburrarle dentro, perché teme che lei lo possa ricattare e costringere a mantenere la creatura fino alla maggiore età. Non sa di aver a che fare con qualcosa che viene da un altro pianeta. Lei non perde tempo: In una discoteca una ragazza le soffia un uomo sotto il naso. Lei la uccide in una latrina.

Quando capisce che la squadra di Fitch le dà la caccia, ruba un'auto, inscena un incidente e lascia trovare una sua falange sul luogo dello scontro, per far credere d'esser morta. In realtà Sil fugge, cambia look, il dito amputato si rigenera. Fitch e i suoi festeggiano in un hotel, folleggiando.

Laura Baker si introduce nella camera del killer Preston Lennox, lo spoglia e si inginocchia davanti a lui, prendendogli in bocca il fallo e poppandolo avidamente. L'aliena, che adesso ha i capelli neri, entra nell'albergo senza essere riconosciuta, si introduce nella stanza di Stephen Arden e subito si mette a copulare con lui nella posizione della cowgirl: Lui le schizza dentro, e subito il ventre di lei si muove, ribollendo di vita in formazione.

Stephen rimane agghiacciato ma è troppo tardi: Dan arriva nella stanza tropo tardi. A questo punto l'aliena si strappa la sua forma umana di dosso e assume il suo vero aspetto. Abbatte un muro e si introduce in un condotto fognario. Qui ha luogo la battaglia finale, che si conclude con l'annientamento di Sil e della sua orrida progenie. Tutto sembra concludersi per il meglio, ma le riprese mostrano che un tentacolo dell'atroce creatura, perso durante la lotta, finisce in un anfratto dove attira un ratto di chiavica, che se ne ciba.

L'incubo è tutt'altro che finito, ma a questo punto compaiono i titoli di coda. A come Andromeda Nella sceneggiatura originale Sil doveva uccidesse un autista di taxi spinta dall'arbitrio del momento. Giger, vero padre della creatura, si oppose a questa decisione insensata, reputando la scena di importanza capitae. Dovette pagarne la produzione con i propri soldi. La colonna sonora, opera di Christopher Young, è stata pubblicata da Intrada in formato CD nel , con numerose ristampe.

Sembra che sia tuttora possibile acquistarlo online. Il film di Roger Donaldson è stato sottovalutato e ritenuto un prodotto di serie B rispetto ad Alien di Ridley Scott , pur trattando in sostanza lo stesso argomento: La differenza sostanziale è che mentre nel film di Scott questa riscrittura avviene per opera di un parassita che si sviluppa nella vittima, nel film di Donaldson il genetico alieno è usato per creare in laboratorio un ibrido che in natura non potrebbe esistere.

Sono convinto che qualche merito Specie mortale lo abbia senz'altro. Una fulva molto lasciva. Siamo di fronte a un assoluto capolavoro della fantascienza erotica.

L'attrice più sensuale del cast non è a parer mio Natasha Henstridge, che interpreta Sil. Le mie preferenze vanno alla fulva e sensualissima Marg Helgenberger, che interpreta la dottoressa Laura Baker. Donna immensamente libidinosa, potrebbe sciogliere un iceberg col suo calore. È una fellatrice spermatofaga capace di far deviare un uomo dalla virtù e da ogni suo principio etico, e persino di fargli rinnegare la sua religione.

La sequenza centrale del film è quella in cui si reca nella stanza di un suo collega e lo seduce, succhiandogli il membro eretto per ottenere in bocca il suo seme e ingoiarlo con voluttà. Lasciando il giudizio ai lettori e intimando ai minori di non entrare, riporto il link allo spezzone, che si trova su un sito pornografico: La persecuzione dei diabetici nel mondo anglosassone.

Tremenda nel mondo anglosassone è infatti la discriminazione nei confronti dei diabetici e in special modo di coloro che soffrono di diabete II - quello che compare in età adulta, da cui io stesso sono affetto. Le autorità sanitarie credono che tale malattia insorga a causa della vita dissoluta dei pazienti e cercano con ogni mezzo di porre le basi per impedire loro di curarsi.

Se un diabetico II ha un problema e necessita di cure urgenti, i medici violano tranquillamente il giuramento di Ippocrate e lasciano che le condizioni del malato si incancreniscano. Se poi questi muore, il personale sanitario fa festa ed è convinto di aver acquisito benemerenze agli occhi di Dio e del genere umano per aver evitato spese mediche insostenibili alla Nazione. Negli States sono innumerevoli i diabetici che nascondono le loro condizioni alla famiglia per timore di essere rinnegati, espulsi e diseredati.

Si possono curare soltanto persone molto ricche, per gli indigenti non c'è altra possibilità all'infuori dello sfacelo e della morte. In Facebook si trovano non pochi commenti di cittadini inglesi che invocano lo sterminio dei diabetici, affermando di non voler "pagare per l'altrui ghiottoneria". Il Genio della Specie.

Sil sa fiutare il genoma dei potenziali partner, soltanto da pochi feromoni comprende ogni cosa sul loro stato di salute. In base a questo giudica se il genoma annusato meriti di essere propagato o debba essere consegnato all'Oblio. Non si creda che questo sia poi molto distante dalla nuda e cruda realtà delle cose!

In ogni essere umano di sesso femminile agisce lo stesso identico meccanismo genetico, che porta le donzelle a scegliere come partner i peggiori energumeni. La differenza è che mentre l'ibrida aliena Sil è capace di perforare la giugulare degli energumeni e di farli crollare morti sul pavimento di una latrina, per poi scomparire nella notte, le umane non hanno queste capacità e subiscono le conseguenze delle loro scelte luttuose - salvo poi frignare ed esporre una lunga serie di scarpette rosse ogni volta che una di loro soccombe al partner selezionato come ideale prosecutore della Specie.

Le femmine umane hanno decretato l'estinzione dei poeti e dei filosofi, moltiplicando i bruti. Inutile dire che una specie che permette questo è giunta al suo stadio terminale: Reazioni della stampa e nel Web. Riporto nel seguito alcuni interventi su questo film, che possono essere facilmente reperiti nel Web ad esempio su Wkipedia. Alcune frasi sembrano interessanti per i dettagli che forniscono, altre sono di una banalità assoluta e di una noia a dir poco mortale.

Metafore, immigrazione, politica radical shit e altre cazzate da salotto, ancora un po' salta fuori anche il disagio. Vogliamo spingerci fino a vedere in Specie mortale simbologie prenatali i cunicoli uterini o allegorie di maternità frustrata?

Più prudente limitarsi a considerarlo un thriller fantascientifico di pura evasione, nei limiti, peraltro, accurato ed efficace. La Vezzali balla sotto le stelle. Lasciarsi toccare, per una donna del genere, è qualcosa di più che non per una donna "normale", ma è anche assai diverso. Dunque la Vezzali, campionessa olimpica da tre Giochi, questa sera sarà di ballo, agli ordini della maitresse-danseuse Milly Carlucci, in mezzo a nobili e famosi. E' quello della presenza in video di un campione, l'ultimo grido in fatto di share, l'ultimo appiglio in fatto di audience.

Non ci sono altri settori del nostro pane quotidiano che abbiano un appeal pari allo sport, e l'onnivora televisione se li mangia. In principio fu il cinema. Il matrimonio fra spettacoli lo sport e il cinema, e ora lo sport e la tv è un matrimonio di successo, non solo quando coinvolge nella vita reale "la bella e la bestia", come i celebrati casi di Joe Di Maggio e Marilyn, o il campione e la velina dei nostri tempi, idillio che somiglia a un format; ma anche, più semplicemente, come protagonisti.

Nuotatore eccelso, primo uomo a scendere sotto il minuto nei stile Più tardi fu Tarzan e fece l'urlo. Quell'urlo che secondo gli eredi di Edgar Rice Burroughs, l'inventore di Tarzan, fa "aaaaah-ah-ah-ah-aaaah-ah-ah-ah-aaaah", come hanno scritto in uno spettrogramma presentato alla Corte europea quando hanno chiesto il rifiutato brevetto, che in tempi di ringtones e suonerie avrebbe fruttato un po' di soldi. Tra la carriera di nuotatore e quella di attore, Weissmuller fece il modello e uomo immagine: Ha avuto anche una bella carriera di marito: Tarzan Weissmuller sosteneva che l'urlo era suo, che aveva imparato da piccolo vincendo una gara di yodel; in realtà erano intervenuti tecnici del suono, rafforanzo l'urlo con varie sonorità animali e la voce di un tenore lirico.

Da Tarzan in poi ci fu un fiorire di partecipazioni straordinarie se non di vere e proprie star, due delle quali ugualmente natatorie, come Esther Williams che, popolarissima attrice, vide da questa carriera accresciuta anche quella di nuotatrice era una campionessa, si diceva, ma non grandissima, un po' come Raoul Bova e Bud Spencer, al secolo Carlo Pedersoli, primo film da centurione in "Quo Vadis" e poi grande western all'italiana. Bud Spencer fu il primo italiano a scendere sotto il minuto nei stile 59'50 a Salsomaggiore nel , una trentina d'anni dopo tarzan: Quanto alle partecipazioni straordinarie, anche Pelè la fece in "Fuga per la vittoria", da noi tutto è diverso e bomber Pruzzo o Caoitan Francesco si fanno vedere con Lino Banfi, romanista doc, ne "L'allenatore nel pallone", uno e due.

I quali furono anche fra i primi cattura-spettatori in tv. Si presentatorono quasi imbalsamati davanti al microfono Coppi più a disagio di Bartali: Ma con minori concessioni al voyeurismo. Da quando sono arrivati i reality, che sono la cosa più finta che ci sia, e da quando lo spot impazza, i campioni dello sport tracimano, esondano.

Il nuoto che dà un bel fisico come sanno le madri di tutti i bambini e le bambine, ha proposto Fioravanti, Rosolino, Magnini in varie forme, la scherma Montano e Tagliariol, il calcio Coco, che con Montano ha avuto in comune la Arcuri oltre al piccolo schermo, la boxe Clemente Russo. Tagliariol, Russo, la Vezzali, Magnini sono stati protagonisti alle ultime Olimpiadi di Pechino e magari lo saranno a Londra Nel frattempo si concedono una pausa, un ingaggio.

Un divertissement si è concessa la bella Federica Pellegrini facendo la syncronette in un gruppo di improbabili syncronetti a "Zelig".

I calciatori continuano a consigliare cellulari d'ogni tipo negli spot Gattuso e Totti sono dei grandi interpreti del genere. E, sullo sfondo di tutti, il più grande: Lui è campione di sport e di spot, ha sposato la bella Victoria delle Spice Girls ma lui non è una bestia.

E' il bello e la bella, come Brad e Angelina. Lui è da stadio Manchester, Real, Galaxy e ora Milan e da cinema "Sognando Beckham" , da televisione e da rete, macho e icona gay. Chissà se si lascerebbe toccare dalla Regina Elisabetta, o, peggio ancora, da Camilla. Com'è lontano il tempo del "ciao mamma", senza troppa nostalgia: Disabile rapinata e morta nel Napoletano. La polizia sta visionando le immagini riprese dalle telecamere dell'ufficio postale: La polizia sta esaminando le immagini registrate dal sistema di videosorveglianza all'esterno dell'ufficio postale di via Borsellino, per cercare di risalire ai due autori della rapina.

I due banditi, con il volto coperto dal casco, a bordo di una moto Transalp chiara hanno inseguito la donna, che si spostava su una carrozzina elettrica e che aveva appena ritirato euro dall'ufficio postale, fino a un vicolo vicino dove Felicia aveva cercato invano aiuto. Al citofono al quale aveva bussato non aveva infatti risposto nessuno. I due l'hanno avvicinata e picchiata. La donna ha avuto una grave crisi respiratoria, un malore che le ha provocato la morte.

Il fatto ha suscitato grande sconcerto a Casandrino dove Felicia Castaniere era conosciuta da tutti ed apprezzata perché, pur nelle sue condizioni di disabilità, svolgeva un'intensa attività di volontariato. Un esercito di 7. Sono questi, assieme ai precari, sottolinea la Cgia, i lavoratori più a rischio in questa fase di crisi economica.

Si tratta di dipendenti che nel caso di esplusione dall'azienda non hanno nessuna misura di sostegno al reddito, come la cassa integrazione ordinaria o straordinaria. Quanto ai settori di appartenenza di questi lavoratori "senza ombrello", spicca per numeri assoluti quello dei servizi.

In questo comparto ci sono 2. Seguono gli occupati del commercio alle dipendenze di aziende con meno di dipendenti 1. Chiudono la classifica i trasporti con Per questo chiediamo al Governo di intervenire e di mettere in campo dei sussidi senza nessun aggravio per le imprese".

Le esperienze a cui attingere, secondo la Cgia, sono quelle degli Enti bilaterali, un esperienza di successo in Veneto, dove imprese artigiane e dipendenti versano un contributo mensile che va a costituire un fondo comune di categoria gestito dalle parti sociali. Chieti, salvo il cane che uccise un uomo. Sarà adottato dagli animalisti Un cane rottweiler, la stessa razza di Devil Un cane rottweiler, la stessa razza di Devil ROMA—Devil è un rottweiler molto anziano, ha 11 anni, ed è accusato di aver ucciso un uomo, il 10 novembre scorso.

Di fatto, cosa sia esattamente successo quella mattina fuori dalla villa di Sambuceto, frazione di San Giovanni Teatino Chieti , dove Rinaldo Di Donato, proprietario di un colorificio, abita con la famiglia, nessuno lo sa. Quando Ferri viene trovato morto con ferite alla testa e al volto, il vecchio cane è accanto a lui. Chiesto alla magistratura di porre Devil sotto sequestro, la Lav invita a ragionare e a non cadere nei cliché col rischio di suscitare psicosi: Fra le ipotesi, alcuni suggeriscono che Ferri abbia avuto un malore e il cane abbia tentato di smuoverlo: Una settimana fa le autorità ne firmano il dissequestro, e i proprietari la rinuncia al possesso.

Ma è toccato a Carla Rocchi portarlo via, senza flash e con destinazione riservata, verso la sua nuova possibilità. Calabria, la prima rivolta contro chi impone il pizzo. Il testimone alza il dito indice, lo punta verso l'uomo sistemato a pochi metri di distanza, fra i due avvocati difensori, e dice: È la prima volta che accade in Calabria: Non era mai successo in terra di 'ndrangheta, e forse per questo tra i curiosi accalcati dietro i banchi degli avvocati ci sono facce note alle cronache: Gli ultimi due si sono costituti parti civili contro gli accusati, ma la loro presenza è il segno che questa testimonianza vale molto di più del singolo processo.

L'uomo che accusa si chiama Rocco Mangiardi, ha 53 anni, basso di statura e piglio deciso. Gestisce un magazzino di autoricambi in via del Progresso, il cuore commerciale della città.

Uno di loro, Vincenzo Torcasio, è stato arrestato ieri insieme ad altre tre persone, in una nuova operazione antiracket della polizia, anch'essa resa possibile grazie alla collaborazione della vittima dell'estorsione. Per Mangiardi non ci fu niente da fare: Poi fu avvicinato da una persona che conosce da sempre: Il pubblico ministero ripete la domanda: Rocco Mangiardi alza il dito per la seconda volta, indicando l'imputato Antonio De Vito, seduto accanto a Giampà e agli avvocati difensori: Io replicai che volevo solo attenuare il danno, e proposi euro al mese.

Gli imputati fissano il testimone, che sembra sempre più piccolo ma non si ferma: Poco dopo l'incontro con Giampà, lavorando su un'altra indagine, la polizia ebbe il sospetto che Mangiardi fosse ricattato dal racket. Gli misero una microspia nell'automobile e intercettarono un dialogo nel quale l'uomo confidava alla moglie la tentata estorsione.

Quando tocca a loro, i difensori degli imputati tentano di farlo cadere in contraddizione, ma il testimone insiste nella sua versione. Gli chiedono se ha avuto soldi dall'Associazione antiracket, e perfino se abbia avuto una relazione sentimentale che gli dava dei problemi. Il presidente del tribunale non ammette le domande, il clima si fa pesante. Su domanda dei giudici viene fuori che il padre dell'imputato De Vito, poco tempo fa, s'è presentato al negozio di Mangiardi: La deposizione è finita, il testimone esce dall'aula accolto dagli amici dell'antiracket e dagli agenti di scorta.

Glieli hanno assegnati dopo la pubblicazione di notizie su un presunto progetto d'attentato, non si sa bene a quale magistrato. Tano Grasso lo abbraccia: E il sindaco Speranza: Ex pupilla di Sarko, la Guardasigilli è sempre più sola. Nulla viene perdonato alla ministra della Giustizia, come se stesse vivendo la favola del brutto anatroccolo in senso inverso: Adesso ha contro anche le femministe che le rimproverano di essere andata a lavorare troppo presto dopo il parto.

Non dicono che il comportamento è da madre snaturata, ma insinuano che l'aver presenziato al Consiglio dei ministri soltanto cinque giorni dopo la nascita di Fatima-Zohra potrebbe mettere in discussione decenni di battaglie e diritti ottenuti sui congedi di maternità 16 settimane in Francia.

A qualcuna non va giù l'immagine della ministra all' uscita della clinica, in tailleur nero e tacchi a spillo, come se avesse partecipato a un cocktail. Il parto è sofferenza, che diamine! Una gravidanza difficile, una nascita prematura, con taglio cesareo, sarebbero un'esperienza abilmente nascosta per offrire un'immagine di perfetta efficienza, da donna di potere, per conservare la poltrona di ministro e non dare a Sarkozy pretesti per sostituirla.

Marie-Pierre Martinez, segretaria dell'associazione per il Planning familiare, difende la ministra, mettendola comunque in cattiva luce: A questo punto, Rachida è davvero sola.

Molte donne — comprese colleghe di governo, oltre alla first lady Carla Bruni — hanno mal sopportato il suo arrivismo, premiato dalla predilezione che Sarkozy ha avuto per lei. Rachida infine si è fatta un po' male da sola, ostentando stile di vita e arroganza che le hanno alienato molte simpatie.

Vita dura dunque per i simboli. Ma c'è da scommettere che Rachida non si arrenda. Ha studiato di notte, ha lavorato duro per mantenere undici fratelli, si è fatta largo con ogni mezzo, dicono i maligni , sgomitando nella rigida ed elitaria società francese.

Non saranno le femministe a darle il colpo di grazia. Anzi, l'attacco potrebbe rafforzarla agli occhi di Sarkozy, che nei prossimi giorni deciderà un ampio rimpasto di governo. Partoriente senza lagne, mamma senza marito, donna in carriera, bella e libera: Naked News Italy - Trailer.

Iris-sindacati, non c'è trattativa. L'incontro di ieri sul quale i sindacati contavano per far cambiare idea alla Iris Spa di Fiorano Modenese è durato meno di due ore. L'amministratore delegato Giuseppe Pifferi ha confermato la liquidazione volontaria della Iris Spa di Fiorano Modenese decisa unilateralmente da Romano Minozzi, proprietario di questa azienda da milioni di ricavi a fine e che con Ariostea e Graniti Fiandre queste ultime non coinvolte nel processo di liquidazione rappresenta uno tra i primi cinque colossi mondiali del comparto ceramico con milioni di ricavi nel A rischio ci sono dipendenti.

Questa crisi deve essere affrontata con comportamenti virtousi da parte di tutti, facendo anche ricorso, se necessario, agli ammortizzatori sociali. Al quadro — disegnato anche grazie a un'ampia rassegna stampa nazionale e internazionale in cui entrano Fiat, Toyota, calo della produzione industriale in dicembre e altro ancora — seguono le cifre, affidate all'amministratore delegato Giuseppe Pifferi, nominato liquidatore.

Da qui la decisione di chiudere. Che ora fa paura. Tante aziende del distretto — afferma ancora Tagliaferri della Femca Cisl — ora potrebbero pensare di affrontare la crisi liquidando. Il Principe e la campionessa: Il Principe Emanuele Filiberto ha stabilito una buona complicità con la pluri campionessa di fioretto Valentina Vezzali. I due, alla presentazione di "Ballando con le stelle", hanno giocato a scambiarsi le fedi nuziali.

Laura Pausini - Inolvidable. Uno dei giorni tanto attesi da tifosi e amanti di Lazio è arrivato. Questa mattina, invece, la ricorrenza verrà celebrata in Campidoglio con tutti gli onori del caso. E ci mancherebbe altro, visto tutto quello che ha dato questa società alla città di Roma. Saranno presenti tutti i dirigenti della Polisportiva Lazio e ci sarà anche il primo cittadino della capitale, Gianni Alemanno.

Ma il clou e i festeggiamenti ufficiali ci saranno questo pomeriggio alle 15, con il via alla mostra fotografica che raffigurerà tutte le attività sportive effettuate in questi anni dalla Polisportiva. Una storia centenaria, quella della Polisportiva, che poche società possono vantare sia per quel che riguarda lo sport vero e proprio, sia per i risultati ottenuti in questi lunghi anni. Le sezioni sportive sono 37, in più ci sono da aggiungere cinque associazioni.

Blitz cc Irpinia, trovati pomodori scaduti nel ' NAPOLI - Trenta quintali di prodotti alimentati scaduti e tenuti in cattivo stato di conservazione sono stati sequestrati oggi dai carabinieri della compagnia di Ariano Irpino Avellino.

Tre le violazioni piu' gravi si segnala il sequestro di 50 chilogrammi di passato di pomodorino in scatola scaduti da dieci anni: Il blitz dei carabinieri ha interessato anche un discount in cui sono stati sequestrati quasi Kg di prodotti alimentari conservati in un deposito con infiltrazioni d'acqua e privo delle più elementari norme di igiene.

Altri sequestri sono stati effettuati presso due ristoranti della zona di Ariano Irpino dove i Carabinieri hanno sequestrato pesce congelato e conservato senza il rispetto delle norme igienico-sanitarie, nonche' prodotti conservati sott'olio con le confezioni piene di muffa.

Ammuffite anche le scorte degli altri prodotti usati per confezionare le pizze come wurstel, salumi e carciofi. I Carabinieri hanno trovato, inoltre, presso gli esercizi ispezionati prodotti derivati dal latte scaduti da circa un anno.

Durante gli accertamenti e' stato anche sequestrato un immobile utilizzato come magazzino e chiuso un deposito con all'interno decine di chilogrammi di merce priva di etichettatura. Il valore della merce sequestrata ammonta a circa 50 mila euro. Al termine del blitz i militari hanno deferito in stato di liberta' al Procuratore della Repubblica di Ariano Irpino Luciano D'Emmanuele, che coordina le indagini, i titolari degli esercizi commerciali in cui sono stati trovati gli alimenti scaduti e mal conservati.

Sono state segnalate le anomalie riscontrate alle autorita' amministrativa e sanitaria per i provvedimenti di propria competenza. Sono state inoltre elevate contravvenzioni per un importo pari a 12 mila euro. Dipendenti come schiavi, arrestati 3 cinesi nel Modenese. Lavoratori che vivevano rinchiusi, sottoposti ai massacranti ritmi di lavoro anche in condizioni di salute precarie, e riforniti con cibo di scarsa qualità e minima quantità.

E' quanto ricostruisce il capo di imputazione formulato dal Pm della Dda di Bologna Lucia Musti e che ha portato all'emissione da parte del Gup Gabriella Castore di un'ordinanza di custodia cautelare a carico di tre cittadini cinesi residenti nel Modenese. Si tratta di padre, figlio e la moglie di quest'ultimo, gestori di un laboratorio tessile a Cavezzo Modena , per i reati di riduzione in schiavitù, sequestro di persona ed estorsione ai danni di connazionali.

Per il figlio la custodia é stata disposta in carcere, per gli altri due ai domiciliari. BARI - Operazione dei carabinieri della compagnia di Trani contro un clan che aveva utilizzato anche una stanza di ospedale come covo per l'attività di spaccio di droga nel nord barese. Circa 50 militari, con l'impiego di cani anti-droga, stanno eseguendo cinque ordinanze di custodia cautelare nei confronti di persone ritenute responsabili di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Le indagini, avviate dopo il tentativo di omicidio del capo, un uomo di 37 anni del luogo ferito alle gambe il 9 aprile da vari colpi di arma da fuoco, hanno consentito di ricostruire l'attività del gruppo. E' stato tra l'altro accertato che dopo essere stato ricoverato in ospedale, il presunto capo del clan aveva trasformato la sua stanza del nosocomio in un vero e proprio covo.

All'interno del clan vi era una precisa ripartizione dei ruoli: Marina è ora ricoverata insieme ai suoi due compagni, Mirko Affasio e Matteo Refrigerato nell'Ospedale Italiano di Mendoza, dove i medici sottolineano che "i tre sono fuori pericolo".

Sono più tranquilli e lo sono anch'io", ha raccontato all'ANSA Marina nella stanza della terapia intensiva dell'Ospedale Italiano dove si trova da ieri pomeriggio insieme a Matteo e Mirko. Il gruppo è assistito dal medico Jorge Magistretti, il quale ha assicurato che lo stato clinico dei tre "è buono. La nostra idea è che rimangano ancora almeno per 48 ore in terapia intensiva. Ieri sera, poco dopo l'arrivo, hanno ricevuto le telefonate di qualche familiare. A Marina hanno poi fatto visita due amici di Milano che si trovavano a Mendoza per caso.

Marina ha ricordato che nelle lunghe ore trascorse sulla montagna, prima dell'arrivo della squadra di salvataggio, non ha "mai smesso di camminare, perché a quelle temperature" era l'unico modo di sopravvivere, rilevando inoltre come, appena arrivati in vetta, la guida argentina si sia sentita molto male.

Sono cose che capitano. Poi mi hanno detto che ha avuto un'edema polmonare. Noi stavamo bene, ma c'era molta neve e non potevamo conoscere la strada del ritorno", ha ricordato, spiegando la ragione per la quale sulla via della discesa il gruppo è finito bloccato nel 'ghiacciaio dei polacchi'. Bocciano i progetti e stiamo al gelo. Il no ai rigassificatori Quale sia il problema è sotto gli occhi di tutti.

Soprattutto in questi giorni di gelo polare e incandescenti polemiche sulla forniture di gas russo. Un problema comune a tutta l'Europa, ma per noi assai più grave. Primo, perché consumiamo tanta energia quanto Turchia, Romania, Polonia e Austria messe insieme. Nessun Paese occidentale dipende dal gas quanto noi: Eppure, nonostante il quadro riassunto, abbiamo un solo impianto, a Panigaglia, nel golfo di La Spezia.

Contro i quattro della Corea, i sei della Spagna, i cinque degli Usa, i 24 del Giappone. In compenso, siamo pieni zeppi di progetti per un'altra quindicina. Per uno ormai ci siamo: Costruita in Spagna e trascinata mesi fa da enormi chiatte da Algeciras fino alle acque di Porto Tolle, potrà rigassificare in tempi brevi 8 miliardi di metri cubi di gas l'anno: Che poi, oltre al governatore Giancarlo Galan, si vantino di averlo voluto e finanziato sia i governi di destra sia i governi di sinistra importa poco.

Dalle altre parti, infatti, le cose vanno diversamente. Sentiamo già le lagne: Magari, fosse solo quello il nodo. Lo dimostra il caso spezzino, dove la decisione di raddoppiare la potenzialità dell'impianto di Panigaglia nonostante l'impegno preso anni fa di sgombrare l'area per restituirla al turismo entro il vede fratture e mal di pancia non solo dentro la sinistra che governa il comune e la Regione, ma anche dentro la destra, nonostante il ligure Claudio Scajola, parlando in generale e non del Golfo dei Poeti, sia stato netto: Lo conferma il caso di Brindisi.

Sia di destra, come il sindaco Domenico Mennitti, sia di sinistra, come il presidente provinciale Michele Errico o il governatore Nichi Vendola. Dove l'Enel ha cercato di spiegare che il nuovo rigassificatore per 8 miliardi di metri cubi l'anno è progettato in un'area degradata di Porto Empedocle dove oggi sorgono solo capannoni dismessi, che l'attracco con una diga foranea prevista dal e mai realizzata consentirà finalmente l'attracco alle navi da crociera, che i due enormi serbatoi sotterranei sporgeranno solo con due cupole più basse e meno vistose di tutte le ciminiere nei dintorni, che i criteri di sicurezza saranno i più avanzati al mondo e che nulla ma proprio nulla si vedrà dal più alto cucuzzolo agrigentino.

Che dopo aver visto il posto ha scritto d'aver cambiato idea: Victoria Moore Calendar video. La Mercedes formula Swarovski. Il lusso estremo non conosce crisi. Neppure in campo automobilistico dove le vendite nel mondo hanno decretato la fine del trend positivo. La caratteristica dell'auto è di essere ricoperta da ben mila cristali Swarovski. Il modello è stato presentato al salone dell'auto di Tokyo. Hai 1 nuovo messaggio di protezione Alert! Click-to-Risolvere Grazie per aver utilizzato http: Pedofilia, ora è accusata anche la nonna.

Una delle presunte vittime il bimbo di 4 anni avrebbe confermato: La Procura, infatti, ha coinvolto direttamente anche la nonna delle due presunte vittime. La nonna sarebbe accusata di concorso in violenza sessuale. Secondo la Procura sarebbe intervenuta dopo i presunti episodi di violenza avvenuti in occasione degli incontri familiari per le principali festività religiose cercando di consolare i piccoli, inducendoli a non parlare con nessuno di quanto avveniva con lo zio.

Secondo i difensori del professionista il bambino in occasione della fase testimoniale assistita si sarebbe dimostrato insofferente ma avrebbe fornito agli inquirenti una indiretta conferma dei sospetti nutriti nei confronti della donna. Ora la Procura di Rovereto si appresta a chiederne il rinvio a giudizio assieme alla madre. Anastacia - Maybe Today. Le foto mostrano Sara per la prima volta senza veli in tutta la sua straordinaria bellezza.

Godetevela in versione provocante contadina ma anche supersexy su YouTube. News e fotogallery su Sara Varone. E' in edicola il calendario della rivista russa CKM. Il calendario propone foto molto provocanti di splendide modelle tra cui la supermodella Veronica Zemanova. Crisi e freddo, Parigi è meno lumière: Spegnendo le luci dei suoi monumenti in anticipo.

A partire dalla Torre Eiffel: Per il resto della notte è rimasta in funzione solo l'illuminazione di sicurezza. Al buio dalle 22, con due ore d'anticipo, una decina di altri monumenti: L'iniziativa potrebbe ripetersi anche nei prossimi giorni.

porn noir maitresse dominatrice lyon

Porn noir maitresse dominatrice lyon -

Un cosmo con leggi fisiche peculiari. Sono energumeni mostruosi, le cui braccia sono vere e proprie zampe anteriori. Un singolare episodio di censura. Una volta a terra gli ha ancora sferrato altri due colpi. La risoluzione di questo contrasto avviene in una struttura tecnologica complessa.

: Porn noir maitresse dominatrice lyon

Porn noir maitresse dominatrice lyon Film streaming x escorts lyon
Porno maman escort girl versaille Porno femme noir escort essonne
VIDÉOS PORNO ARABE ESCORT BRY Mature noire escort girl lille
Vogliamo spingerci fino a vedere in Specie mortale simbologie prenatali i cunicoli uterini o allegorie di maternità frustrata? The Prince of Tides Paese di produzione: La scena ricorda a tal punto per tensione e natura quella in cui Darth Vader rivelava al giovane Luke di essere suo padre, che ci si aspettava proprio qualcosa di simile. Il vantaggio è quello di porno gratuit escort bordeaux maggiore stabilità, visto che l'aggiornamento avviene al massimo su base mensile, mentre l'Euribor viene quotato ogni giorno in Borsa, e di un andamento storicamente inferiore di punti base rispetto all'Euribor stesso. Il direttore Keith Valenti ha raccontato che l'aragosta e ' stata pescata alla fine del mese scorso al largo delle coste canadesi. I poteri della Forza e le loro conseguenze.